• Google+
  • Commenta
20 ottobre 2005

Comune di Milano e regolamento di tutela degli animali

Il Consiglio comunale di Milano ha approvato un nuovo regolamento. Mirato soprattutto a limitare e controllare gli spettacoli che coinvolgono gli aniIl Consiglio comunale di Milano ha approvato un nuovo regolamento. Mirato soprattutto a limitare e controllare gli spettacoli che coinvolgono gli animali. Vietati quelli che li sottoporrebbero a “stress inutili, forti e prolungati o sollecitazioni eccessive da parte del pubblico”. Il più innovativo e avanguardistico possibile nel rispetto della vigente legge nazionale che autorizza gli spettacoli
circensi. Il vero passo in avanti è riscontrabile nella rimozione del comma che faceva un’eccezione dal principio generale a favore dei circhi. Non solo. Altre sono le tutele previste dalla nuova carta.
È prevista, infatti, la nascita della nuova figura giuridica di un Garante per la tutela degli animali. Il suo compito dovrà essere quello di supervisore della corretta attuazione delle disposizioni previste dal documento. Seguono i divieti, alcuni assoluti, altri con il beneficio dell’elasticità. Il più rigido imperativo: non più interventi di chirurgia estetica per cani o altri. Dunque orecchie e code come vuole natura e non più esposizioni di cuccioli nelle vetrine e nei mercati o fiere. Anche e in particolar modo, per quanto riguarda gli animali appartenenti a specie esotiche e selvatiche o a categorie protette. E si può dire addio anche ai pesciolini rossi vinti con il lancio nella boccia. Il nuovo regolamento, infatti, vieta di utilizzare, nei giochi a premi o come regali, animali vivi di qualsiasi specie.

Google+
© Riproduzione Riservata