• Google+
  • Commenta
12 ottobre 2005

Del Piero sì, Del Piero no

La vittoria casalinga di sabato con la Slovenia ha permesso all’Italia di qualificarsi matematicamente ai Mondiali, così la sfida di stasera contro laLa vittoria casalinga di sabato con la Slovenia ha permesso all’Italia di qualificarsi matematicamente ai Mondiali, così la sfida di stasera contro la Moldova assume il significato di amichevole, banco di prova importante per quei giocatori meno utilizzati e che devono ancora conquistarsi il posto tra i ventitre da portare in Germania, tra questi c’è anche Alessandro Del Piero.
Lippi, nella conferenza stampa di ieri, è stato chiaro: “Del Piero non è tra quelli certi” (di partecipare ai Mondiali); il c.t. non poteva offrire spunto migliore alle principali testate sportive per creare il nuovo caso dell’anno: il dualismo tra Del Piero e Cassano. Ormai siamo abituati a questo genere di vigilie: dal ’98 in poi i quotidiani sportivi hanno sempre accompagnato la Nazionale agli Europei o ai Mondiali con questo genere di dibattiti che hanno visto coinvolto sempre Del Piero. In Francia il suo avversario fu Roberto Baggio, due anni dopo fu l’astro nascente Francesco Totti, ai Mondiali nippo-coreani di nuovo Baggio, ma anche Totti e Inzaghi, agli europei portoghesi fu la volta di Cassano, dualismo che si ripete anche quest’anno.
Mi rendo conto che a campionato fermo e con la qualificazione ai Mondiali archiviata, pur di attirare l’attenzione dei lettori, il Corriere dello Sport decida di utilizzare in prima pagina il seguente titolo: “Alex spacca l’Italia”, creando i presupposti per la nascita di due schieramenti contrapposti: pro Del Piero e pro Cassano. Naturalmente, per fomentare il dualismo, è stata chiesta l’opinione degli addetti ai lavori: ex c.t. come Vicini, Maldini e Zoff scelgono la neutralità, affermando che le scelte le fa Lippi ed è giusto che porti in Germania i giocatori più in forma, a loro si aggiungono Claudio Ranieri e Massimo Mauro. A favore della convocazione dello juventino si schiera Roberto Mancini, che ritiene che Alex, con la sua capacità di cambiare le partite, possa risultare determinante in un torneo breve come il Mondiale, all’allenatore dell’Inter si affianca Aldo Serena che considera la classe, la tecnica, la personalità e l’esperienza doti fondamentali per una competizione internazionale, il giornalista Stefano Agresti crede che i numeri siano dalla parte di Del Piero: ha giocato tantissimo in serie A, risultando tra i migliori goleador di tutti i tempi, inoltre ha sempre dimostrato di saper reagire alle critiche e alle panchine, risultando determinante una volta chiamato a giocare. Dello schieramento opposto fanno parte Paolo Rossi e Antonio Maglie: l’ex campione del mondo è stato chiaro: “tra Alex e Cassano io in Germania porterei il secondo”, mentre il giornalista crede che non sia il caso di puntare su un giocatore che nella sua squadra di club sta più minuti in panchina che in campo e che nella sua carriera ha ricevuto dalla Nazionale più di quanto gli abbia dato.
Sinceramente credo che una questione del genere sia del tutto immatura, per più di un motivo. Innanzitutto, il dualismo attualmente non esiste, per il semplice fatto che Cassano non sta giocando per le sue note vicende contrattuali, quindi non è in forma e non ha modo di mettersi in mostra, non a caso è fuori dal giro della Nazionale. In secondo luogo mancano più di otto mesi alla spedizione tedesca e, da qui ad allora, può succedere di tutto: non dimentichiamoci di Miccoli, che in Portogallo sta facendo veramente bene, e non escludiamo eventuali sorprese che il campionato può offrirci. Ma se proprio devo esprimere una mia opinione, se devo partecipare al gioco del Corriere dello Sport, scegliendo in quale schieramento inserirmi, allora dico entrambi, perché se a giugno Del Piero e Cassano dovessero essere nella forma migliore, mai e poi mai priverei la Nazionale di due giocatori dalla classe cristallina come la loro.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy