• Google+
  • Commenta
21 ottobre 2005

Due studenti del Polo di Ravenna al lavoro per evitare Tsunami

Due studenti dell’università di Ravenna verranno inviati nelle zone di lavoro per compiere i rilievi utili a elaborare modelli sui rischi ambientali Due studenti dell’università di Ravenna verranno inviati nelle zone di lavoro per compiere i rilievi utili a elaborare modelli sui rischi ambientali in Thailandia,
collaboreranno a un importante lavoro il cui scopo è di evitare d’ora in poi tragedie da tsunami come quella dello scorso anno nel Sud est asiatico nel Dicembra scorso. Il lavoro, svolto in collaborazione con l’Università di Bologna, fa parte del progetto “Crater” (Coastal Risk Analysis of Tsunamis and Environmental Remediation) promosso dal ministero per l’Ambiente e il Territorio italiano nell’ambito della cooperazione internazionale con l’”Asian Disaster Preparedness Center (Adpc), Department of Mineral Resources e Department of Disaster Prevention and Mitigation”, Centro di protezione civile thailandese.
Obiettivo del lavoro è quello di adottare un’analisi della vulnerabilità legata a eventi di tsunami, sia l’utilizzo di tecniche informatiche utili per individuare e definire preventivamente le migliori vie di fuga. I due laureandi verranno inviati nelle zone di lavoro per svolgere una serie di rilievi e verifiche direttamente sul campo e sarà per loro un’importante esperienza tecnico-scientifica e formativa, sia accademica che professionale.

Google+
© Riproduzione Riservata