• Google+
  • Commenta
19 ottobre 2005

Giornata in onore di Antonio Valente

Venerdì 21 ottobre, a partire dalle ore 10.00, presso l’ingresso degli ex studi cinematografici Pisorno-Cosmopolitan, sul viale Pisorno di Tirrenia, sVenerdì 21 ottobre, a partire dalle ore 10.00, presso l’ingresso degli ex studi cinematografici Pisorno-Cosmopolitan, sul viale Pisorno di Tirrenia, si svolgerà la cerimonia di intitolazione della strada ad Antonio Valente, personaggio di primo piano per l’architettura, il cinema e il teatro, al quale si deve, tra l’altro, la progettazione degli stessi stabilimenti Pisorno, la prima “città del cinema” in Italia, oltre alla chiesa di San Francesco e ad alcune ville di Tirrenia.
Antonio Valente è un personaggio chiave nel panorama italiano per comprendere a fondo il “cantiere del film”, le strategie e i processi della produzione cinematografica. Infaticabile costruttore di finzioni, in equilibrio felicemente precario tra innovazione tecnologica e tradizione figurativa, Valente ha lavorato per oltre quarant’anni nel cinema, esercitando una professionalità di alto profilo e inserendosi nella così detta “linea Méliès”. Scenografo e costumista, ha dato un importante contributo alla qualità figurativa del “cinema bianco” degli anni Trenta, abbinando competenze di fine conoscitore d’arte e abilità tecniche di aggiornato progettista.
La manifestazione pisana dedicata al grande architetto nel trentennale della sua scomparsa – prima di una serie di eventi che si svolgeranno in tutta Italia – frutto della collaborazione tra il Comune di Pisa, la Facoltà di Lettere e Filosofia, il Corso di laurea in Cinema Musica Teatro, la Consulta Universitaria del Cinema e le Edizioni ETS, con il patrocinio dell’Università di Pisa.
Alla cerimonia di inaugurazione interverranno Costantino Cavallaro, vice sindaco di Pisa, Lorenzo Cuccu, presidente della Consulta Universitaria del Cinema e Maddalena Del Favero, vedova Valente.
La manifestazione proseguir alle ore 11.30 nella Sala delle Baleari di Palazzo Gambacorti dove si svolgerà la presentazione del volume Antonio Valente. Il cinema e la costruzione dell’artificio, edito da ETS e frutto di una ricerca coordinata dal professor Lorenzo Cuccu e dalla dottoressa Lucia Cardone nell’archivio “Antonio Valente”, custodito dalla moglie.
Il volume, corredato da un ricco apparato iconografico e documentario, propone un ritratto di questo “architetto del cinema”, attivo in ogni fase della “costruzione dell’artificio”, dal teatro di posa, al set, alla sala, eppure in parte dimenticato.
Un artista poliedrico, di inesausta creatività e dalla multiforme inventiva, che ha lasciato segni e testimonianze della sua forte presenza in ogni parte del mondo, a New York, Berlino, Parigi, Vienna, Chicago, Bruxelles, nelle Bahamas, in Uruguay.
Alla presentazione del libro, saranno presenti – con i curatori e gli autori dei singoli saggi – Bianca Maria Storchi, assessore alla cultura del Comune di Pisa, Alfonso Maurizio Iacono, preside della Facoltà di Lettere e Filosofia e Lucia Tomasi Tongiorgi, prorettore vicario dell’Università di Pisa.

Google+
© Riproduzione Riservata