• Google+
  • Commenta
28 ottobre 2005

Il Rettore de “La Sapienza” incontra gli studenti

Il Rettore de “La Sapienza”, professor Renato Guarini,
è intervenuto questa mattina alla conferenza “Didattica: le proposte degli studenti”. In rispoIl Rettore de “La Sapienza”, professor Renato Guarini,
è intervenuto questa mattina alla conferenza “Didattica: le proposte degli studenti”. In risposta alle questioni poste dagli studenti, il Rettore ha assunto alcuni impegni.

Centralità degli studenti
Il Rettore ha ricordato che le politiche per gli studenti sono state scelte come priorità dell’attuale Rettorato fin dal suo esordio. Per la prima volta nella storia de “La Sapienza” è stato nominato un Prorettore alle politiche per gli studenti che si sta occupando di rafforzare l’impegno dell’Ateneo in questo ambito con numerose iniziative.

Riforma 3+2 (Decreto 509) e crediti formativi
Il Rettore ha comunicato che il problema dell’applicazione del decreto 509 si sta già affrontando. La Commissione per l’innovazione della didattica ha avviato un approfondito esame della questione, soprattutto riguardo al fenomeno della frammentazione formativa e culturale che deriva dall’applicazione del decreto stesso. In particolare si studieranno soluzioni finalizzate alla riduzione delle prove di esame, introducendo moduli di sei crediti, eventualmente raddoppiabili. Il Rettore si è in ogni caso impegnato a impartire precise linee guida alla Commissione al fine di un ampia verifica dei risultati dell’applicazione del 3+2. Sarà inoltre esaminata la possibilità di assegnare crediti formativi per la partecipazione a iniziative culturali degli studenti.

Numero chiuso

Il Rettore ha ricordato che per i corsi di laurea a numero chiuso disciplinati dall’ordinamento europeo non è possibile alcun intervento immediato. Per le lauree rientrati nell’applicazione del 509 la Commissione per la didattica esaminerà il problema.

Riforma Y (Decreto 270)

Il Rettore ha sottolineato che la cosiddetta riforma a Y non è in ogni caso applicabile poichè non sono ancora stati emanati i provvedimenti attuativi. Comunque ha precisato che tale riforma non sarà attuata a “La Sapienza” fino a che non si saranno attentamente valutati i risultati dell’applicazione del cosiddetto 3+2.

Adisu

Il Rettore ha fatto presente che è già stata istituita una commissione regionale per esaminare i problemi dell’Adisu. A tale proposito è previsto a breve un incontro con l’Assessore Silvia Costa.

Tasse

Il Rettore ha comunicato che “La Sapienza” sta esaminando la possibilità di un accordo con Poste Italiane per affiancare la rete degli uffici postali a quella degli sportelli della Banca di Roma per il pagamento delle tasse di iscrizione. Inoltre ha ricordato che la convenzione con Banca di Roma potrà essere rivista alla scadenza. Quanto all’importo delle tasse e all’articolazione per fasce di reddito, il Rettore si è impegnato a costituire in tempi brevi una commissione che esamini la situazione attuale ed eventualmente presenti rapidamente proposte per una nuova rimodulazione.

Il Rettore si è infine impegnato a costruire un percorso comune con gli studenti per l’elaborazione di proposte finalizzate a un progetto di riforma dell’Università. Entro 20 giorni saranno riunite le commissioni di lavoro chieste dagli studenti.

Google+
© Riproduzione Riservata