• Google+
  • Commenta
28 ottobre 2005

Nasce a Salerno il Centro di Ricerca Regionale per l’Agricoltura

Il Consiglio Nazionale del Cra (Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura del ministero delle politiche agricole) riunitosi ieri aIl Consiglio Nazionale del Cra (Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura del ministero delle politiche agricole) riunitosi ieri a Roma, ha approvato il piano definitivo di riordino degli istituti di ricerca di competenza del ministero e ha previsto l’istituzione in provincia di Salerno (nella Piana del Sele), di un Centro di Ricerca per la Regione Campania multidisciplinare e collegato al sistema nazionale, a cui afferiranno i vigenti istituti di Pontecagnano, Battipaglia, Scafati e Caserta.
Durante la fase di riorganizzazione della rete di ricerca tenutasi in questi mesi da parte del Cra (istituito con decreto legislativo 454/1999), nessuno dei nuovi centri era stato programmato in Campania.
A seguito della riunione provinciale convocata dall’Assessore all’Agricoltura della Provincia di Salerno Corrado Martinangelo lo scorso 28 luglio, del successivo incontro richiesto dall’Assessore Regionale Andrea Cozzolino, e grazie alle sollecitazioni del Vicepresidente della Commissione regionale sull’Agricoltura On. Ugo Carpinelli, e alla collaborazione dei Direttori degli Istituti di Ricerca della Campania, ieri il Consiglio Nazionale del Cra ha istituito definitivamente il Centro di Ricerca per la Regione Campania in provincia di Salerno (nella Piana del Sele), multidisciplinare e collegato al sistema nazionale.
Si è detto soddisfatto l’Assessore all’Agricoltura Corrado Martinangelo che ha commentato: “A questo punto tra il Centro di Ricerca per la regione Campania di competenza del ministero, istituito in provincia di Salerno (Piana del Sele), il Craa (Consorzio per la Ricerca Applicata in Agricoltura della Campania) e il Centro di Competenza sull’Agroalimentare, istituito presso l’Università di Salerno, si potrà sviluppare una politica di ricerca coordinata che potrà essere utile all’istituendo polo agroalimentare che la Regione Campania ha programmato di realizzare nella Piana del Sele. In tal modo il riferito polo agroalimentare, auspicandomi un suo finanziamento con le risorse comunitarie 2007-2013, potrà diventare un polo nazionale per l’agroalimentare”.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy