• Google+
  • Commenta
14 ottobre 2005

Sin city

Tratto dalle graphic novels di Frank Miller e diretto dal maestro Quantin Tarantino e l’allievo Robert Rodriguez è la trasfigurazione cinematograficaTratto dalle graphic novels di Frank Miller e diretto dal maestro Quantin Tarantino e l’allievo Robert Rodriguez è la trasfigurazione cinematografica di un fantasioso mondo in un futuro non troppo lontano dove la violenza e la spietata lotta per la sopravvivenza regnano incontrastate.
Un cast stellare in un LM in bianco e nero che vuole assomigliare ad un fumetto, si presenta ad episodi e con una lunga carrellata di personaggi violenti, emarginati, problematici.
Bruce Willis, Jessica Alba, Mickey Rurke, Clive Ower, Brittany Murphy, Benicio Del Toro, Josh Hartnett e Alexis Bleeded sono alcuni degli abitanti della “città del peccato”, poliziotti, spogliarelliste, prostitute, spietati assassini e psicopatici su uno sfondo di corruzione, degradazione e rabbia. Il film è assolutamente da evitare sterile e esageratamente forte nelle scene, orrido quanto disgustoso, pieno di ferocia gratuita così tanta da distrarci anche da una probabile, nascosta morale.
Tarantino e Rodriguez non si smentiscono: da “Kill Bill 1”, passando per il pessimo “C’era una volta in Messico”, “Kill Bill 2”, fino a “Sin City” in una terribile escalation di brutalità.

Google+
© Riproduzione Riservata