• Google+
  • Commenta
3 ottobre 2005

Tonino: lo show continua…

Conosciuto da molti, benvoluto da tutti, Tonino Santoro, non abbandona il suo lavoro divenuto ormai una missione di vita. La sua storia inizia al

Conosciuto da molti, benvoluto da tutti, Tonino Santoro, non abbandona il suo lavoro divenuto ormai una missione di vita. La sua storia inizia all’incirca 22 anni fa, quando, insieme alla moglie ottiene la gestione del bar dell’Università di Lancusi. Un periodo trascorso in compagnia di studenti, professori ed impiegati che Tonino ricorda con affetto e simpatia. Quello stesso affetto, che lo ha spinto sei anni fa a prendere in gestione un altro locale, anch’esso caro agli studenti: l’Anabeco. Un ristorantino tranquillo situato in una delle tante stradine che si diramano dalla piazza Regina Margherita di Lancusi che offre diverse specialità oltre ad una squisitissima pizza. Non c’è studente universitario o locale, che non conosca Tonino ed ergo la sua simpatia. I figli, Carmine e Giovanni, la nipote Raffaella, una volta liberi dallo studio, si recano all’Anabeco e così, con un aiuto in cucina ed uno in sala, cercano di contribuire al lavoro. Tonino non si ferma all’Anabeco e inaugura, il primo settembre di quest’anno, la gestione di un nuovo bar: “Bar Tonino”, sempre a conduzione familiare, sito presso il distributore di benzina IP, in via Ponte don Melillo nei pressi dell’Università di Fisciano. Una giornata intensa quella della famiglia Santoro che inizia alle ore 6:30 al “Bar Tonino” che rimane aperto fino alle ore 20:00 quando, ricaricate le batterie, la famiglia, si sposta all’Anabeco per terminare la serata solo nel momento in cui anche l’ultimo cliente è stato soddisfatto. Non è la sola bontà dei suoi prodotti ad avere la meglio sugli altri locali, è la simpatia e l’amicizia che gli consentono di battere anche gli avversari più temibili. Si perché da Tonino non si gusta solo la pizza ma si assaggiano anche le sue “perle di saggezza”, il suo imbattibile umorismo. Non manca il suo saluto al Rettore, ai Professori agli impiegati tecnici amministrativi, agli studenti e a tutti coloro che hanno reso possibile un così proficuo servizio per oltre vent’anni presso la sede Universitaria di Lancusi, il cui “abbandono” è stato caratterizzato da una scelta esclusivamente commerciale dato che oramai le Facoltà universitarie si stanno spostando tutte a Fisciano. Tonino ci tiene a ribadire che la sua esperienza con l’ambiente universitario è stata positivissima e che a malincuore è stato costretto a scegliere di andar via. Il suo comunque non vuole essere un addio ma solo un arrivederci, infondo, ci saranno ancora sorrisi, barzellette e cordialità nel nuovo esercizio. A lui vanno i nostri migliori auguri di una splendida carriera.

Google+
© Riproduzione Riservata