• Google+
  • Commenta
3 ottobre 2005

Un Tuffo nel blu

Ritorna dopo essere stato sovrastato dai numerosi colori, dimenticato nell’armadio, usato solo per serate di rappresentanza, retrocesso in pos

Ritorna dopo essere stato sovrastato dai numerosi colori, dimenticato nell’armadio, usato solo per serate di rappresentanza, retrocesso in posizioni discrete nella tavolozza di arredamenti, il colore del mare è tornato ad essere il protagonista indiscusso della moda. Sfuggente nei suoi andirivieni tra la moda e il gusto, presente anche quando le vetrine lo dimenticano, come riferimento ideale del nostro universo cromatico, il blu è forse il colore più misterioso. Goethe, nella sua teoria dei colori lo definì “un nulla seducente”. Effettivamente nella storia è stato il colore più esclusivo, accompagnato dall’ ”evergreen” nero intenso. Fin dai primi secoli del medioevo, il blu è stato un colore marginale, riservato all’abbigliamento dei più poveri; solo con il tempo otterrà la sua rivincita, celebrato dalla letteratura del ‘700 come colore di culto, diventato poi simbolo della libertà nella Francia post-rivoluzionaria. Da quel momento venne usato come colore unico nelle uniformi di esercito e polizia di quasi tutta l’Europa. Fino ai giorni nostri, quando il blu è diventato l’indiscusso colore dell’eleganza.

Google+
© Riproduzione Riservata