• Google+
  • Commenta
10 novembre 2005

A Ravello gli incontri internazionali di Design

Nell’ambito della neonata Fondazione Annali dell’Architettura e delle Città – manifestazione iniziata il 26 settembre e che continuerà con una serie Nell’ambito della neonata Fondazione Annali dell’Architettura e delle Città – manifestazione iniziata il 26 settembre e che continuerà con una serie di appuntamenti fino al prossimo 14 novembre – la Soprintendenza Bappsae di Salerno e Avellino, la Fondazione Ravello e l’ADI ( Associazione per il Disegno Industriale) Campania danno il via venerdì 11 novembre alle ore 10, presso Villa Rufolo, a Ravello (SA), agli Incontri Internazionali di Design.
Gli “incontri” sono rivolti principalmente a professionisti, imprenditori, studenti universitari, e presenteranno, nella forma della conversazione, la storia di un prodotto premiato con Compasso d’Oro, l’ambito riconoscimento dell’ADI fondato da Gio Ponti nel 1954. L’obiettivo è quello di favorire un dialogo più stretto e diretto tra il pubblico e i progettisti, sui diversi aspetti del rapporto designer/azienda.
Il primo “incontro” di domani (11 novembre 2005) è dedicato al designer giapponese Isao Hosoe e al sistema “Onda”, Compasso d’Oro 2004, prodotto da Luxit.
Interverranno
Isao Hosoe, Fiammetta Adriani, Valentino Alaia, Paolo Arsuffi, Andrea Balia, Giuseppe Coppola, Salvatore Cozzolino, Giovanni Cutolo, Carlo Forcolini, Claudio Gambardella, Benedetto Gravagnuolo, Duilio Marolda, Bruno Pappalardo, Bruno Patierno, Ugo Pellegrino, Patrizia Ranzo, Maria Antonietta Sbordone, Giuliano Serra, Maria Giovanna Sessa, Patryzia Silvestri, Giuseppe Zampino.
Nello stesso giorno, nella cappella di Villa Rufolo, sarà inaugurata una mostra di mobili e oggetti di Isao Hosoe, con un’installazione multimediale i cui contenuti saranno poi trasposti in un allestimenti virtuale del MUVA, nella sezione architettura degli interni/design recentemente fondata con ADI Campania. La mostra rimarrà aperta dalle ore 10.30 alle 17.00 (tutti i giorni) fino al 18 novembre 2005.
Michele Faiella

Google+
© Riproduzione Riservata