• Google+
  • Commenta
22 novembre 2005

Faccia a faccia con i viaggiatori della fr3 stamattina alla stazione di Anguillara

Tra un treno e l’altro in arrivo ed in partenza si è tenuta stamattina alla stazione di Anguillara un’assemblea dei pendolari convocata dall’associaziTra un treno e l’altro in arrivo ed in partenza si è tenuta stamattina alla stazione di Anguillara un’assemblea dei pendolari convocata dall’associazione Paspartù – associazione per Anguillara – a seguito dei tanti disservizi che subiscono quotidianamente le migliaia di pendolari che si servono della ferrovia Roma-Viterbo. All’incontro, tra le 6,45 e le 7.30 del mattino, ha preso parte anche il sindaco Emiliano Minnucci accompagnato da vari assessori della sua giunta. Il primo cittadino ha ribadito la volontà dell’amministrazione comunale di essere a fianco dei cittadini-pendolari per esigere un servizio efficiente. Nell’illustrare gli esiti della riunione tecnica che si è tenuta venerdì ad Anguillara, a seguito di una sua convocazione urgente, ha poi invitato i pendolari ad essere uniti in questa battaglia che costituisce soprattutto una lotta per la qualità della vita. Ha fatto presente che l’amministrazione comunale intende istituire un tavolo di confronto permanente ad Anguillara su tutte le problematiche riguardanti i pendolari della fr3 tra tutte le istituzioni interessate.
Questi alcuni degli aspetti concordati nella riunione di venerdì scorso.

Istituzione del senso unico dalle 5 alle 7 del mattino
Un “senso unico” di treni in direzione Viterbo-Roma tra le 5 e le 7 per eliminare le “interferenze” con i treni che giungono in altro senso e che possono determinare ritardi. Questa la soluzione principale proposta daTrenitalia alla riunione tecnica che si è tenuta venerdì ad Anguillara, su convocazione del sindaco di Anguillara Emiliano Minnucci, per trovare una soluzione ai disservizi della fr3. Il senso unico verrà attuato in fase sperimentale entro una settimana. L’istituzione del “senso unico” verso Roma comporterà la soppressione dei primi due treni del mattino in direzione Roma-Viterbo, frequentati al massimo (secondo un monitoraggio effettuato da Trenitalia), da un centinaio di persone. I treni Roma Viterbo tra le 5 e le 7 del mattino verranno sostituiti con un apposito servizio di bus sostitutivi che effettueranno tutte le fermate tra Roma Ostiense e Viterbo.

Corse “specializzate” senza fermate tra Cesano e Valle Aurelia e viceversa
In vista dell’entrata in vigore del nuovo orario dell’ 11 dicembre prossimo Trenitalia ha inoltre deciso l’istituzione di treni cosiddetti specializzati. Si tratta in particolare dei treni:
• n. 21929 in partenza da Viterbo alle 6,48 – arrivo a Roma Ostiense alle 8,23 e che non effettuerà fermate tra Cesano e Valle Aurelia,
• n. 21946 in partenza da Roma Ostiense alle 17,21 con arrivo a Viterbo alle 18,56 che non effettuerà fermate tra Valle Aurelia e Cesano;
• n. 21948 in partenza da Roma Ostiense alle 1,8.21 con arrivo a Viterbo alle 19,58 che non effettuerà fermate tra Valle Aurelia e Cesano.
Trenitalia ha sottolineato che l’istituzione di treni specializzati non comporterà aggravi nel tratto metropolitano Cesano-Roma in quanto l’offerta verrà adeguata alla domanda.

Richieste fatte da esponenti dei pendolari
Salvatore Barbato dell’associazione Paspartù ha chiesto espressamente:
• che venga spostata a Bracciano la sede della squadra addetta alle manutenzioni, attualmente attestata a Capranica, per consentire all’occorrenza interventi più tempestivi
• di ripristinare gli scambi a Vico Matrino tra Capranica e Vetralla
• di effettuare manutenzione preventiva e costante dell’intera linea, passaggi a livello compresi.
• Ha inoltre posto il problema della carenza nella comunicazione in treno e nelle stazioni circa ritardi e guasti. Al riguardo sia Trenitalia che Rfi hanno assicurato immediate soluzioni.

Raddoppio dei binari Cesano-Bracciano
Nel corso della riunione tecnica è emersa la volontà dei vari enti interessati di arrivare in tempi brevi all’attuazione del progetto di raddoppio dei binari della fr3 Roma-Viterbo nel tratto Cesano-Bracciano. Sull’intervento in particolare è stato ribadito il diretto interessamento dell’assessore alla Mobilità della Regione Lazio Fabio Ciani.

Verifiche immediate
I componenti della riunione tecnica hanno già concordato la convocazione di una seconda riunione tecnica tra enti e società interessate per una verifica dello stato di attuazione della sperimentazione del “senso unico”, per una data immediatamente successiva all’entrata in vigore del nuovo orario fissata per l’11 dicembre prossimo. All’incontro erano presenti: Comune di Anguillara (sindaco Emiliano Minnucci), Regione Lazio, Trenitalia, Rfi, Associazione Paspartù.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy