• Google+
  • Commenta
25 novembre 2005

Guerra tra paparazzi e star

Accade negli USA: fotografi disposti a tutto per uno scatto e divi incapaci di difendersi. Il tutto è il risultato imprevisto e paradossale della leggAccade negli USA: fotografi disposti a tutto per uno scatto e divi incapaci di difendersi. Il tutto è il risultato imprevisto e paradossale della legge, in vigore in California dal gennaio 1999, che proibisce l’uso e lo scatto improprio di foto e l’intrusione nella privacy.
È assurdo, perché grazie ad un cavillo giuridico i paparazzi hanno scoperto che, provocando incidenti d’auto con i divi e immortalandone da vicino le conseguenti reazioni, la legge può essere aggirata. Il primo caso è stato quello di Arnold Schwarzenegger, inseguito e mandato fuori strada dai paparazzi. In Italia, nonostante le garanzie della legge, perfino il codice deontologico dei giornalisti si presta a controverse interpretazioni, perché dice che la sfera privata dei vip deve essere rispettata nel caso in cui le notizie non hanno rilievo sul loro ruolo. Il problema è stabilire fino a che punto la vita sentimentale dei personaggi televisivi sia del tutto loro.

Google+
© Riproduzione Riservata