• Google+
  • Commenta
29 novembre 2005

Modena e Reggio Emilia: Meeting Laboratorio Sup&rman

Con un’iniziativa mirata a fare il punto sui progetti di ricerca avviati e a definire le mete scientifico-tecnologiche da raggiungere il Laboratorio aCon un’iniziativa mirata a fare il punto sui progetti di ricerca avviati e a definire le mete scientifico-tecnologiche da raggiungere il Laboratorio a Rete per la ricerca industriale ed il trasferimento tecnologico “Sup&RMAN” presenta ufficialmente obiettivi e finalità della propria attività.

“Sup&RMAN”, acronimo di Superfici e Ricoprimenti per la Meccanica Avanzata e la Nanomeccanica, è uno dei due centri dedicati per la ricerca industriale ed il trasferimento tecnologico nati a Modena presso l’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia nell’ambito della realizzazione in Emilia Romagna di un Distretto Hi – Mech, finanziato sul Fondo Agevolazioni per la Ricerca del MIUR per creare un circolo virtuoso tra talenti, aziende e finanziamenti pubblici e privati che consenta alle grandi ed alle piccole e medie imprese di collaborare su un terreno di innovazione spinta.

“In particolare “Sup&RMAN” – chiarisce il prof. Sergio Valeri ordinario di Elementi di spettroscopia all’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, coordinatore del Laboratorio – si propone di dare valore aggiunto al vasto e qualificato tessuto di competenze e attività già esistente sul territorio della Regione nel campo delle superfici dei solidi, dei trattamenti superficiali e dei ricoprimenti. In definitiva il nostro obiettivo è produrre un avanzamento delle conoscenze in questo campo che induca un vantaggio competitivo sul piano tecnologico per le nostre imprese”.

L’iniziativa di esordio del nuovo laboratorio si svolgerà giovedì 1 dicembre 2005 attraverso un partecipato meeting, che sarà ospitato dalle ore 9,30 presso il Dipartimento di Fisica e CNR-INFM-S3 di Modena, dove per la prima volta i partners pubblici (Dipartimenti della Università di Modena e Reggio Emilia e di altre Università, Centri di Ricerca) e privati (Aziende e Consorzi) si confronteranno sullo stato dei 5 sottoprogetti avviati: studio e realizzazione di rivestimenti innovativi per applicazioni meccaniche; comprensione e controllo delle proprietà tribologiche di superfici e ricoprimenti; comprensione e controllo dei processi di interazione ione-materia per preparazione e caratterizzazione di superfici e rivestimenti; ingegnerizzazione di superfici e rivestimenti multiscala e digital library.

“Il Meeting – aggiunge Valeri – ha carattere strettamente operativo e si propone di consolidare la integrazione tra i partner promotori, di verificare lo stato dei progetti avviati, di coinvolgere nei progetti stessi altri potenziali partner o soggetti interessati e di delineare, infine, con buona precisione le prossime milestones scientifico-tecnologiche”.

Google+
© Riproduzione Riservata