• Google+
  • Commenta
22 novembre 2005

Pellezzano: Al posto dello stabilimento un centro abitato

Tutto è pronto nel territorio di Capezzano ai confini con Salerno per iniziare l’opera di riqualificazione dell’area “Fonditori”. L’omonima fonderia pTutto è pronto nel territorio di Capezzano ai confini con Salerno per iniziare l’opera di riqualificazione dell’area “Fonditori”. L’omonima fonderia produttrice di manufatti meccanici in ghisa, che si trova appunto nell’area, trasferirà nei prossimi giorni la sua attività nella zona industriale di Salerno, dove è già pronta una nuova sede. Questo consentirà di abbattere lo stabilimento. Per la fine dell’anno il sindaco di Pellezzano Eva Longo prevede ci sarà la posa della prima pietra e quindi l’inizio ai lavori di riqualificazione dell’area di Capezzano. Al posto dello stabilimento “Fonditori”, che costeggia il fiume Irno, sorgerà un centro abitato. L’area, oggi altamente degradata e a ridosso del centro abitato, diventerà un centro residenziale e di sviluppo economico. Saranno infatti realizzati edifici per abitazioni, commerciali e direzionali. Ma anche aree a verde, una piazza, parcheggi a servizio dei residenti e direttamente collegato alle attività produttive. Una zona, in pratica, destinata allo sviluppo del commercio, di uffici e studi professionali. Per realizzare il progetto è stato scelto il noto architetto Massimiliano Fucsas. «Per consentire la realizzazione del programma integrato di riqualificazione urbana, edile e ambientale abbiamo stipulato un accordo di programma con il Comune di Salerno, approvato in consiglio comunale nell’aprile del 2004» ha detto la Longo. L’intervento è collegato all’esigenza di delocalizzare le attività produttive e soprattutto eliminarle dal centro abitato. «Il programma, che tocca sia aree appartenenti al comune di Pellezzano che di Salerno, prevede l’integrazione dei nuovi edifici con numerose aree a verde e una piazza per i residenti, oltre a percorsi pedonali con spazi alberati, separati dai percorsi veicolari. Un luogo dove i futuri residenti potranno sostare e socializzare e i bambini giocare», ha ribadito il primo cittadino di Pellezzano. Nei pressi della piazza partirà un percorso di tipo naturalistico con alberi ad alto fusto che raggiungerà le residenze e i viali, e ci saranno parcheggi ad hoc per le aree residenziali. La demolizione dello stabilimento produttivo, dove parte del personale in questi giorni è ancora a lavoro, è dovuto principalmente all’esigenza di destinare parte degli spazi alla costruzione della lungoirno. «Il territorio di Pellezzano – ha detto Longo – si coniugherà in questo modo con l’asse della lungoirno. Una parte dell’area sarà impegnata dal traffico dei veicoli e un’altra, a sud ovest del lungoirno, sarà dedicata alla mobilità interna dell quartiere ex area “Fonditori”».
Marcella Cavaliere

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy