• Google+
  • Commenta
11 novembre 2005

Prima anatra italiana infetta

È risultata positiva al virus H5N1 l’anatra analizzata dal Centro di Referenza per l’influenza aviaria di Padova. Ma si tratta di un ceppo differente È risultata positiva al virus H5N1 l’anatra analizzata dal Centro di Referenza per l’influenza aviaria di Padova. Ma si tratta di un ceppo differente da quello asiatico, e meno pericoloso. Il virus individuato nell’anatra è a bassa patogenicità e si presenta differente da quello che sta facendo tremare il colosso asiatico. La salute pubblica non è a rischio in quanto si tratterebbe di un tipo di batterio abbastanza comune e simile a quello presente in numerosi esemplari di volatili selvatici nostrani. A rendere noto il caso è stato lo stesso ministro della Salute, Storace, che assicura sull’incolumità della nazione dalla pandemia. Nelle stesse ore in Cina sono stati scoperti altri tre focolai dell’aviaria.

Google+
© Riproduzione Riservata