• Google+
  • Commenta
2 dicembre 2005

CGIL di Pozzuoli assemblea degli iscritti

Lunedì 5 dicembre, alle ore 17, presso la CGIL di Pozzuoli (Corso della Repubblica, 21), si terrà l’assemblea degli iscritti alla CGIL-NIDiL (Nuove IdLunedì 5 dicembre, alle ore 17, presso la CGIL di Pozzuoli (Corso della Repubblica, 21), si terrà l’assemblea degli iscritti alla CGIL-NIDiL (Nuove Identità Di Lavoro) dell’Area Flegrea, vale a dire di tutti i lavoratori a progetto, collaboratori coordinati e continuativi, occasionali, consulenti con partita IVA, lavoratori in somministrazione, insomma, tutto quel variegato mondo del lavoro flessibile e, purtroppo, sempre più precario.
Al termine dell’assemblea, durante la quale, oltre alla votazione dei documenti congressuali saranno eletti i delegati al Congresso Provinciale, si terrà un’iniziativa sulla Direttiva Bolkenstein, ovvero sulla bozza di provvedimento della Commissione Europea tesa alla liberalizzazione dei servizi.
Interverranno Antonella Durante – Dottoranda di Ricerca in Diritto del Lavoro Europeo che illustrerà i contenuti della direttiva e Serena Sorrentino della Segreteria Provinciale della CGIL di Napoli che presenterà la posizione del Sindacato prospettando quali saranno i rischi per i lavoratori qualora la direttiva venga approvata.
Dal 2000 è responsabile della NIDiL, Antonio Damiano, collaboratore a progetto, che in questi 5 anni, attraverso lo sportello dei lavoratori “flessibili” del lunedì ha garantito un punto di riferimento per centinaia di lavoratori di Pozzuoli e dintorni. Nella sola provincia di Napoli ci sono più di 100.000 precari, nell’Area Flegrea si stimano circa 4.000 lavoratori a cui si aggiungono un numero incalcolabile di lavoratori in nero.
La NIDiL dell’Area Flegrea chiude l’anno 2005 con 65 iscritti e con tantissime attività avviate sul territorio: innanzitutto le decine di vertenze avviate nei confronti delle Agenzie per il Lavoro, dei call-center presenti nei Campi Flegrei e di alcune società di formazione.
La NIDiL si è fatta promotrice, insieme alla Camera del Lavoro Territoriale di Pozzuoli e le categorie, di un ciclo di incontri denominato “Dalle fabbriche ai call-center: le trasformazioni del lavoro e le prospettive di sviluppo nell’area flegrea” che si è svolto in 7 appuntamenti nei quali si è discusso di sviluppo locale, storia del movimento operaio (dal quale è nata l’idea di aprire l’A.M.O.A.F.-Archivio del Movimento Operaio dell’Area Flegrea grazie all’aiuto di Matilde Iaccarino), lo stress nei call-center, il commercio equo e solidale e la finanza etica (dal quale è nato il Gruppo di Acquisto Solidale di Gennaro Ferrillo), la sicurezza sul lavoro e l’immigrazione (con la nascita di INFOMIGRANTI-Ashiwa grazie all’impegno di Ciro Biondi e tanti volontari).
Tra le iniziative sostenute ricordiamo gli scioperi di CGIL-CISL-UIL, l’adesione al COMITATO per il SI al referendum sulla fecondazione assistita, l’organizzazione dell’autobus per la Marcia per la Pace Perugia-Assisi, il contributo dato per la redazione del nuovo regolamento per l’istituzione del Forum dei Giovani del Comune di Pozzuoli, la partecipazione ad Agenda 21 della Provincia di Napoli ed, in ultimo, al partenariato del Parco Regionale dei Campi Flegrei.
L’ultima sfida lanciata dalla NIDiL CGIL Area Flegrea è quella di costituire la Rete del Nuovo Municipio finalizzata alla costruzione di un Programma partecipato per la città di Pozzuoli.
Antonio Damiano

Google+
© Riproduzione Riservata