• Google+
  • Commenta
19 dicembre 2005

Grande successo per la Mostra d’arte Presepiale di Salerno

Tagliato il traguardo delle 3.000 presenze di visitatori dell’XI edizione della Mostra d’Arte Presepiale di Salerno, in omaggio al 25° anno di ep

Tagliato il traguardo delle 3.000 presenze di visitatori dell’XI edizione della Mostra d’Arte Presepiale di Salerno, in omaggio al 25° anno di episcopato dell’eminentissimo Cardinale Renato Raffaele Martino. In visita ragazzi provenienti da tutte le scuole di Salerno, i tanti passanti che hanno affollato le vie del centro cittadino in queste giornate di shopping natalizio e i numerosi curiosi ed appassionati del presepe. Nella mostra, allestita in Largo San Petrillo, nel centro storico di Salerno, presenti più di 20 presepi realizzati da artisti provenienti da tutta la Campania, professionisti e non.

Gatto Ubaldo, Cuccurullo Giuseppe, Barbaro Fortunata, Pratola Nicola, Ciccullo Raffaele, Michele Mastrangelo, Claudio & Placido Quagliarella, Antonio Marseglia, Alfonso Pisacane, D’Auria Tiziana, Sessa Enzo, Leonardo Ricciardi, Dott. De Rosa, Peppe Esposito, Salvatore Senatore, Signore Rosario, Giampaolo Fruggiero, Bottega D’arte Montecasino, Fioravante De Santis, Associazione Nazionale “Amici dell’Arte” sezione Campania, Associazione Prometeo di Torre del Greco: questi i nomi degli artisti che hanno selezionato le loro migliori realizzazioni per esporle nella mostra organizzata dall’Associazione Tertio Millennio Adveniente, di Ciriaco Russomando.

“La passione per questo tipo di arte è nata quando ero bambino ed osservavo estasiato il lavoro dei tanti zii che per l’occasione si riunivano nella casa del fratello maggiore di mio padre e preparavano con scrupolosità e dedizione il presepe. Il mio pastore preferito e che attirava maggiormente la mia curiosità, era Benito”, così Ciriaco Russomando ci rivela come è nato il desiderio di attivare questa iniziativa.

I presepi variano nelle forme e nei materiali: da quello in sughero a quello di marzapane, dai pezzi di conchiglia lavorata (cammei), artigianato tipico di Torre del Greco, ai presepe di pane e cammei di cioccolato realizzati dal maestro pasticciere Paolo Fulgente.

Spiccano le realizzazioni delle sorelle D’Auria, che hanno ereditato i segreti delle antiche lavorazioni delle botteghe di San Gregorio Armeno e San Biagio dei Librai, e che s’inseriscono in quel contesto con una metodologia molto esemplare, in misura di un’attenta sperimentazione e di nuove prospettive.

Presente anche l’Associazione Nazionale “Amici dell’arte” sezione Campania, che annovera tra le sue fila grandi maestri e prestigiose firme, ma anche tanti semplici appassionati d’Arte. L’associazione si propone la divulgazione ed il sostegno delle arti quale mezzo espressivo e creativo, di aggregazione e confronto per la conservazione delle tradizioni del territorio.

La mostra, visitabile tutti i giorni dalle 10.00 alle 22.00 fino al 5 gennaio, è ad ingresso gratuito.

Google+
© Riproduzione Riservata