• Google+
  • Commenta
9 dicembre 2005

Parthenope: modificato il voto di laurea

Nel corso dell’ultima seduta del Consiglio di Facoltà di Scienze e Tecnologie, è stata approvata la proposta di modifica del calcolo del voto di LaureNel corso dell’ultima seduta del Consiglio di Facoltà di Scienze e Tecnologie, è stata approvata la proposta di modifica del calcolo del voto di Laurea.
Si tratta, in pratica, di una svolta epocale visto che fino ad ora, nessuna modifica alla didattica o allo statuto era passata mai in Consiglio.
La proposta – presentata dalle associazioni AISA-NA e UDU – consiste nel calcolare il voto di Laurea sommando alla media ponderata, tutta una serie di parametri. In pratica, il voto risulterà pari alla media aritmetica (MA) degli esami sostenuti dallo studente, escludendone i due con il voto più basso, amplificata nel rapporto 11/3 (MP) e incrementata da un numero di punti attribuiti attraverso cinque incrementi ( P1,P2,P3,P4,P5 ), tendenti a valutare cinque diversi aspetti della preparazione dello studente.
Tali incrementi, avranno i seguenti significati e punteggi:
P1 – massimo di 4 punti, assegnati in relazione al curriculum degli studi mediante la seguente regola: media inferiore a 24 ( 0 punti ), 24-25 ( 1 punto ), 25-26 ( 2 punti ), 26-27 ( 3 punti ), 27-30 ( 4 punti );
P2 – massimo 5 punti, assegnati dalla commissione su indicazione del Relatore della tesi, in relazione alla qualità del lavoro svolto;
P3 – massimo 2 punti, assegnati in relazione alla durata del percorso di studi: 3 anni ( 2 punti ), 4 anni ( 1 punto ); si ricorda inoltre, che per gli studenti lavoratori, i punti devono essere attribuiti invece su 4 e 5 anni;
P4 – massimo 1 punto, assegnati dalla Commissione in base alle esperienze formative acquisite ( es. Erasmus, Stage, ecc…);
P5 – massimo 3 punti, da conteggiare, in corrispondenza con le lodi: 3 lodi ( 1 punto ), 6 lodi ( 2 punti ), 9 lodi ( 3 punti ).
Il voto finale sarà dato dalla somma MP+P1+P2+P3+P4+P5 arrotondando all’intero più prossimo inoltre, la lode può essere assegnata sempre che vi siano queste tre condizioni:
1) il punteggio della MA non deve risultare inferiore a 102 su 110;
2) vi dev’essere una motivata segnalazione scritta del Relatore al Presidente della Commissione;
3) vi dev’essere il consenso unanime di tutti i componenti della Commissione.
“Prossimamente – afferma Albero Corona, esponente dell’ UDU – uguale proposta verrà presentata nei consigli di Facoltà di Ingegneria ed Economia affinché, anche gli studenti delle suddette facoltà, possano usufruire di questo sistema di calcolo. Un sistema, che rispecchia fedelmente i risultati conseguiti da uno studente durante il proprio percorso di studi”.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy