• Google+
  • Commenta
27 febbraio 2006

All the invisible children

Trecento milioni di bambini nel mondo soffrono la fame, oltre cento milioni non sono mai entrati in un’aula scolastica, a volte questi grandi nume

Trecento milioni di bambini nel mondo soffrono la fame, oltre cento milioni non sono mai entrati in un’aula scolastica, a volte questi grandi numeri non sono abbastanza per capire la sofferenza e il disagio di questi piccoli esseri umani che non fanno notizia, che sono praticamente “invisibili” agli occhi dei più fortunati. A tutti questi bambini è dedicato il film ‘All the invisible children’, in uscita nelle sale il 3 marzo, dopo l’anteprima del 28 febbraio all’Auditorium di Via della Conciliazione di Roma, a cui presenzierà il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.
A girare il film sono stati otto registi: Medhi Charef, Emir Kusturica, Spike Lee, Katia Lund, Jordan Scott e Ridley Scott, Stefano Veneruso e John Woo. Ognuno di essi si è impegnato a raccontare una storia diversa sul disagio dei bambini nelle varie parti del mondo. Tanza, Ciro, Uroš, Bilu, João, Song Song sono alcuni dei piccoli protagonisti di ‘All the Invisible Children’. Questo film serve a dare voce in prima persona a questi bambini che vivono ogni giorno storie di abusi, malnutrizione e povertà ma che non perdono mai la speranza in un futuro migliore. ‘All the invisible children’ è anche un fondo per la lotta alla malnutrizione infantile in Africa. Il progetto è promosso dalla ‘Cooperazione allo svilurppo del Ministero degli affari esteri a sostegno dei progetti di PAM e UNICEF, in cui confluiranno tutti i proventi del film. I primi fondi, verranno impiegati dalle due agenzie ONU per un progetto di lotta alla malnutrizione infantile in Niger.

Google+
© Riproduzione Riservata