• Google+
  • Commenta
22 febbraio 2006

Ciampi nomina commendatori tre cantanti italiani

La notizia è arrivata così, all’improvviso: il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha nominato Grand’Ufficiale Andrea Bocelli e CommendatLa notizia è arrivata così, all’improvviso: il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha nominato Grand’Ufficiale Andrea Bocelli e Commendatori, come si legge nel comunicato del Quirinale, “la signora Laura Pausini, il signor Eros Ramazzotti e il signor Adelmo Fornaciari”.
È la prima volta che la più alta istituzione italiana esprime così direttamente il suo apprezzamento per la musica ed è sicuramente un segnale importante che si inserisce nella scia delle congratulazioni, quelle sì clamorose per un presidente della Repubblica, alla Pausini all’indomani della vittoria ai Grammy Awards di Los Angeles. D’altronde Ciampi non ha mai fatto mistero di seguire con attenzione le vicende di spettacolo e tutti ricordano i commenti della signora Franca sulla tivù cosiddetta “deficiente”. A stupire è senz’altro il momento dell’annuncio, che arriva imprevisto a ridosso del Festival di Sanremo, dove tra l’altro si esibiranno tre degli insigniti.
E proprio a Sanremo – sabato prossimo nella sala stampa dell’Ariston – il sottosegretario Gianni Letta consegnerà i diplomi e le insegne a Pausini, Ramazzotti e Bocelli (che è già Commendatore) mentre rimane ancora da stabilire quando le riceverà Zucchero, che in quei giorni sarà in una sala d’incisione di Los Angeles. “Ringrazio Ciampi – ha detto lui -. Mi dispiace di non poter essere presente perché sto registrando il nuovo album in uscita a settembre. Delego il direttore artistico Gianmarco Mazzi a ritirare l’onorificenza non solo per i rapporti di grande amicizia e rispetto che ci sono tra noi ma anche perché l’idea di una serata celebrativa per la musica italiana a Sanremo era nata proprio nel corso di un nostro incontro avvenuto ad agosto”.
E chissà che espressione ha avuto Eros Ramazzotti ricevendo la notizia. “Ho appreso con emozione e con profonda gratitudine – ha detto – la decisione del presidente della Repubblica. Sono orgoglioso di aver in parte contribuito con il mio impegno costante a diffondere la musica italiana nel mondo”.
Dopo tanta sottovalutazione, mai come ora il pop di casa nostra ha ricevuto così tanti consensi in tutto il mondo riuscendo a coniugare – per una fortunata coincidenza – così tanti talenti nel momento giusto.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy