• Google+
  • Commenta
2 febbraio 2006

Concorso “Corto in Stabia” 2006 – I edizione

L’Associazione culturale VIVISTABIA, organizza la I edizione di “CORTO IN STABIA” 2006, concorso per cortometraggi diviso in tre sezioni: la prima, riL’Associazione culturale VIVISTABIA, organizza la I edizione di “CORTO IN STABIA” 2006, concorso per cortometraggi diviso in tre sezioni: la prima, riservata alle scuole di 2° grado avente come tema “l’immigrazione”, la seconda sezione a tema libero riservata alle scuole primarie e medie inferiore della provincia di Napoli, dei comuni di Castellammare di Stabia, Gragnano, Casola di Napoli, Lettere, Pimonte, Agerola, Santa Maria la Carità, Sant’Antonio Abate e Pompei e la terza sezione a tema libero, riservata a tutti gli studenti di 1° e 2 ° grado delle scuole italiane. La prima sezione del concorso è riservata alle scuole di secondo grado, il concorso sarà aperto a studenti e professori che lavoreranno per la realizzazione di cortometraggi avente come tema l’immigrazione. Un fenomeno quest’ultimo in notevole espansione, che ricorda ai nostri avi il periodo post bellico, allorquando anche i nostri connazionali, con tanto di valigia di cartone, partivano, i più fortunati, per città del Nord, gli altri, per indirizzare la propria disponibilità al lavoro, oltre le Alpi, o addirittura oltre Oceano.
Le similitudini sono tante, ma è altrettanto vero che le disponibilità all’accoglienza sono diminuite, le leggi poco rispettate, le opportunità ridotte al lumicino, le necessità di occupazione per gli stessi italiani sempre più pressanti. E’ comunque necessario ed indispensabile che il senso civico e lo spirito umanitario di cui siamo orgogliosi di possedere, spingano i futuri padri e le madri a recuperare quella dimensione di “cittadini del mondo”, un mondo che può essere anche racchiuso nei confini di una nazione, che non ha mai girato le spalle a tutti coloro che hanno desiderato collaborare ed essere accettati dall’Italia degli italiani “doc”.
L’idea di recuperare nel tessuto scolastico, con riferimento al periodo dell’obbligo, la valentia degli alunni con la predisposizione per il cinema, inteso come sceneggiatura, coreografia, montaggio, recitazione e regia, è il motivo della seconda sezione del concorso, che si propone non solo di portare alla luce giovani talenti, ma anche di dare un segnale di risveglio delle coscienze su temi, quali cultura, spettacolo e turismo, che devono ridiventare i settori trainanti dell’economia del nostro territorio.

Google+
© Riproduzione Riservata