• Google+
  • Commenta
22 febbraio 2006

Ikea Orignano: apertura prevista per il 2007

L’apertura del punto vendita dell’Ikea a Orignano è prevista per giugno 2007. Questo secondo le previsioni fornite ieri mattina a Palazzo Sant’Agost
L’apertura del punto vendita dell’Ikea a Orignano è prevista per giugno 2007. Questo secondo le previsioni fornite ieri mattina a Palazzo Sant’Agostino dal responsabile relazioni esterne in Italia della ditta, Valerio Di Bussolo. Una data importante ed attesa soprattutto per i futuri sbocchi occupazionali, indicata durante l’incontro di presentazione del megastore alla presenza del sindaco di Baronissi, Franco Cosimato. Presente anche l’assessore all’urbanistica e ai lavori pubblici della Provincia, Alfieri. I posti di lavoro diretti di cui l’azienda avrà bisogno nel prossimo anno sono 310 e un altro centinaio di impieghi riguarderanno, invece, l’indotto. Un esempio sono il servizio pulizia per un’area di 28 mila mq, e quello di vigilanza. Anche le pietanze del servizio ristorazione saranno affidate ad una ditta locale. «Non abbiamo nessun interesse ad assumere personale proveniente da fuori. Privilegeremo i residenti del territorio – ha tenuto a precisare Di Bussolo – in quanto più vicini alla struttura e di conseguenza avvantaggiati nel raggiungere la sede». La macchina per le assunzioni si metterà in moto contemporaneamente all’autorizzazione della concessione edilizia, che l’Ikea auspica sia rilasciata per settembre. Nove sono, poi, i mesi di tempo messi in cantiere per la realizzazione dell’opera. Poi per molti residenti si concretizzerà la possibilità di un posto di lavoro. Di Bussolo ha fornito durante l’incontro i dettagli sulle modalità di assunzione. Internet sarà l’unico canale di accesso per chi è interessato ad inviare all’azienda il proprio curriculum vitae e aspirare ad un colloquio. Il feed-back diretto tra l’azienda e il candidato sarà, infatti, il sito dell’Ikea. «Sarà predisposta nel sito una pagina specifica dove rilasciare le proprie generalità. Poi saremo noi ad indicare la sede del colloquio, che si terrà in un luogo da individuare», ha spiegato Di Bussolo. In una prima convocazione rientreranno i colloqui di gruppo, poi si passerà a quelli individuali. Una lunga selezione (solo per il punto vendita di Napoli sono stati inviati 24mila curriculum per 500 posti), ma che non richiederà particolari requisiti. «Non è necessario un titolo di studio – ha ribadito il responsabile – privilegiamo la formazione interna». Sono favoriti i giovani, la fascia media di impiegati si aggira intorno ai trent’anni. L’Ikea riserva, in ogni caso, una quota, in genere il 10% degli assunti, anche ai 40-45enni.
Il punto vendita sarà di 28 mila mq e, secondo le previsioni, sarà aperto 7 giorni su 7. 22 solo le casse collocate al pian terreno. Una sala ristorante con 480 posti a sedere e che impiegherà circa 60 dipendenti. 1600 i posti auto previsti nei parcheggi. Due i piani: una scala all’ingresso consentirà l’accesso al primo piano, predisposto per l’esposizione dei mobili e la ristorazione. Secondo alcune stime si prevedono nel primo anno due milioni di visitatori, assorbendo le utenze anche di Calabria e Basilicata. In più ci sarà uno show room di 6000 mq e altrettanti per la vendita e complementi d’arredo. Questa è l’area attorno alla quale ruoteranno i 310 posti di lavoro, che saranno suddivisi tra gli addetti alla vendita, servizio clienti, magazzini, casse, controlli. Personale che sarà qualificato dall’azienda attraverso corsi di formazione specifici interni, per garantire lo standard qualitativo richiesto dall’Ikea. Ma anche tanti servizi come il trasporto a domicilio e il montaggio, mentre altri servizi sono affidati a società esterne. Le società che saranno incaricate di occuparsi della pulizia lavoreranno a rotazione, per tenere il sito perfettamente in ordine. Ma occorrerà personale anche per la vigilanza, oltre che per la sicurezza, e per la confezione di prodotti alimentari freschi.
L’obiettivo di dotarsi di una buona viabilità è necessario per le amministrazioni locali e per lo stesso colosso svedese. «Il passa parola sulle difficoltà nel raggiungere la sede creerebbe anche a noi non pochi problemi», ha spiegato durante l’incontro di ieri il responsabile per le relazioni esterne per l’Ikea in Italia, Valerio di Bussolo. Come l’amministrazione si sta orientando e quale piano di viabilità ha intenzione di adottare, lo ha spiegato il sindaco Franco Cosimato, sostenuto dall’assessore Alfieri che ha espresso la sua approvazione «nei confronti di un’azienda solida che arrecherà benefici, in termini di occupazione, alla comunità». «Siamo orientati a far confluire il traffico alternando i sensi di marcia e portando le vetture a proseguire il proprio cammino attraverso dei sensi unici», ha detto Cosimato. Il piano viario prevede due rotatorie, su cui sarà convogliato tutto il traffico in entrata e in uscita. Le vetture provenienti da sud, quindi da Salerno, seguiranno l’uscita Lancusi (situata all’altezza di Baronissi nord) proseguiranno la loro marcia superando il ponte autostradale e raggiungeranno la zona Pip, dove è prevista una rotatoria. Dalla rotonda si procederà seguendo nuovamente il viadotto e subito dopo, sulla destra, è previsto l’ingresso. L’uscita prevede l’immissione sulla provinciale e una nuova rotatoria che sarà costruita nei pressi delle palazzine popolari di Orignano. Da lì si potrà procedere per l’immissione sul raccordo autostradale, sia in direzione Avellino che Salerno. «L’Ikea è un progetto fortemente voluto dall’amministrazione in primis per l’occupazione – ha ribadito Cosimato – e stiamo pensando a una soluzione che consenta il flusso scorrevole del traffico in tutte le direzioni, attraverso sensi unici e anelli rotatori». Un progetto di massima, anche se sono in cantiere altre soluzioni di supporto tramite un collegamento con il ponte di Lancusi e un altro progetto dell’Anas. Nei prossimi mesi, dunque, si partirà con la conferenza dei servizi «attesa per gestire, insieme agli enti locali, i passi da compiere».

Mercoledì, 15 febbraio su “la Città”
Marcella Cavaliere

Google+
© Riproduzione Riservata