• Google+
  • Commenta
22 febbraio 2006

Il MIUR finanzia l’Industrial Liaison Office (ILO) di Unicam

L’Università di Camerino è l’unico Ateneo marchigiano ad aver ottenuto il finanziamento del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della RicercaL’Università di Camerino è l’unico Ateneo marchigiano ad aver ottenuto il finanziamento del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per la creazione ed il potenziamento degli Industrial Liaison Office (ILO), uffici per il trasferimento tecnologico delle conoscenze tra università e imprese, volti a consolidare i rapporti fra queste due realtà così importanti per lo sviluppo del nostro Paese.

Unicam infatti è partner, insieme agli Atenei di Modena e Reggio Emilia e Ferrara, del progetto “UNImpresa” di cui è capofila l’Università di Bologna.
Su 18 progetti presentati, sono stati 12 quelli valutati positivamente e quindi ammessi al cofinanziamento, e vedono coinvolti altrettanti Atenei capofila e 30 atenei partecipanti come partner, tra i quali appunto, unica delle Marche, l’Università di Camerino.

“Il progetto – spiega la prof.ssa Gloria Cristalli, Pro Rettore Unicam e Delegato alla Ricerca e Sviluppo – è focalizzato sul potenziamento dell’ILO, istituito da Unicam nel 2005, che ha come scopo la creazione di una efficace integrazione tra Università e impresa. Obiettivo principale del progetto è pertanto quello di potenziare strutture che siano contemporaneamente centro di monitoraggio delle attività di ricerca svolte all’interno degli Atenei e centro di collegamento verso il tessuto economico e produttivo, in particolare le piccole e medie imprese del nostro territorio”. “Inutile sottolineare – prosegue la prof.ssa Cristalli – la grande soddisfazione avuta nell’apprendere la notizia, che premia ancora una volta il lavoro dell’Ateneo verso la realizzazione di un sistematico rapporto università-impresa-territorio”.

Obiettivi principali delle attività dell’ILO saranno quelli di promuovere la capacità dell’Ateneo di interagire con il sistema produttivo locale anche attraverso il supporto per la creazione di spin-off o per la brevettazione di invenzioni; l’Ateneo inoltre svilupperà la propria presenza in attività di trasferimento tecnologico proponendo alle imprese le proprie capacità operative volte anche alla soluzione di problemi di ricerca e innovazione delle imprese stesse.

Unicam si pone quindi sempre di più come punto di riferimento per il tessuto produttivo dell’intero territorio regionale.

Google+
© Riproduzione Riservata