• Google+
  • Commenta
2 febbraio 2006

Nomination per gli oscar 2006

Martedì 31 gennaio tutto il mondo del cinema e dello spettacolo ha aspettato ansioso le comunicazioni delle nomination agli oscar 2006. Intorno alle 1Martedì 31 gennaio tutto il mondo del cinema e dello spettacolo ha aspettato ansioso le comunicazioni delle nomination agli oscar 2006. Intorno alle 14 del pomeriggio, ora italiana, sono stati svelati gli arcani e si rimanda alla manifestazione della premiazione del giorno 5 Marzo trasmesso in contemporanea da Sky cinema 1. Per l’Italia è in corsa il film La bestia nel cuore di Cristina Comencini nella categoria “miglior film straniero” (preferito a “Private” di Saverio Costanzo), Gabriella Pescucci per i costumi di La fabbrica di cioccolato di Tim Burton e Dario Marianelli per le musiche di Orgoglio e pregiudizio di Joe Wright. Spostando lo sguardo dal nostro Bel Paese si sono avute quest’anno molte sorprese, debutti, grandi ritorni e soprattutto notabili capolavori… Nomination miglior film per “Brockeback Mountain” regia di Ang Lee, “Capote” regia di Bennett Miller, “Crash – Contatto fisico” regia di Paul Haggis, “Good Night, and Good Luck” regia di George Clooney e “ Munich” regia di Steven Spielberg. Nomination per migliore regia per Ang Lee (“Brockeback Mountain”), Steven Spielberg (“Munich”), George Clooney (“Good night and good luck”), Bennett Miller (“Capote”) e Paul Haggis (“Crash”). Nomination per Miglior attore protagonista a: Philip Seymour Hoffman – Capote, Terrence Howard – Hustle & Flow, Heath Ledger – I segreti di Brokeback Mountain (Brokeback Mountain), Joaquin Phoenix – Quando l’amore brucia l’anima (Walk the Line ) e a David Strathairn – Good Night, and Good Luck. Nomination per Migliore attrice protagonista attribuita a: Judi Dench – Mrs. Henderson presenta (Mrs. Henderson Presents), Felicity Huffman – Transamerica, Keira Knightley – Orgoglio e pregiudizio (Pride & Prejudice), Charlize Theron – North Country e a Reese Witherspoon – Quando l’amore brucia l’anima (Walk the Line). Nomination per la categoria di Miglior attore non protagonista per: George Clooney – Syriana, Matt Dillon – Crash – Contatto fisico, Paul Giamatti- Cinderella Man – Una ragione per lottare, Jake Gyllenhaal – I segreti di Brokeback Mountain e per William Hurt in “A History of Violence”, ultima fatica del regista D. Cronemberg. Nomination per la categoria di Migliore attrice non protagonista a: Amy Adams – Junebug, Catherine Keener – Capote, Frances McDormand – North Country, Rachel Weisz – The Constant Gardener e a Michelle Williams – I segreti di Brokeback Mountain. Per i premi “tecnici” abbiamo nomination per la Migliore sceneggiatura originale a: Paul Haggis, Robert Moresco – Crash – Contatto fisico (Crash), George Clooney, Grant Heslov – Good Night, and Good Luck, Woody Allen – Match Point, Noah Baumbach – The Squid and the Whale e a Stephen Gaghan – Syriana. Nomination per la Miglior sceneggiatura non originale a: Larry McMurtry, Diana Ossana – I segreti di Brokeback Mountain, Dan Futterman – Capote, Jeffrey Caine – The Constant Gardener, Josh Olson – A History of Violence e a Tony Kushner, Eric Roth per Munich.
Nel panorama mondiale molto ambita è la nomination come miglior film straniero attribuita questo’anno a:
-La bestia nel cuore regia di Cristina Comencini (Italia)
-Joyeux Noël regia di Christian Carion (Francia)
-Paradise Now regia di Hany Abu-Assad (Palestina)
-Sophie Scholl – Die letzten Tage regia di Marc Rothemund (Germania)
-Tsotsi regia di Gavin Hood (Sudafrica).
Candidati per la categoria di Miglior film d’animazione sono: “Il castello errante di Howl “(Hauru no ugoku shiro) regia di Hayao Miyazaki, “La sposa cadavere” (Tim Burton’s Corpse Bride) regia di Tim Burton e Mike Johnson e “Wallace & Gromit – La maledizione del coniglio mannaro” (Wallace & Gromit in The Curse of the Were-Rabbit) regia di Steve Box e Nick Park. Si continua con le nomination per il Miglior documentario attribuita a: “Darwin’s Nightmare” regia di Hubert Super, “Enron: The Smartest Guys in the Room” regia di Alex Gibney, “la marcia dei pinguini” (La marche de l’empereur) regia di Luc Jacquet, “Murderball” regia di Henry Alex Rubin e “Street Fight” regia di Marshall Curry. Candidati all’Oscar per Miglior cortometraggio: Ausreißer regia di Ulrike Grote, Cashback regia di Sean Ellis, Síðasti bærinn í dalnum regia di Rúnar Rúnarsson, Our Time Is Up regia di Rob Pearlstein e Six Shooter regia di Martin McDonagh
Nomination per Miglior cortometraggio d’animazione a: Badgered regia di Sharon Colman, The Moon and the Son regia di John Canemaker, One Man Band regia di Mark Andrews e Andrew Jimenez, infine a The Mysterious Geographic Explorations of Jasper Morello regia di Anthony Lucas. Come di consueto durante la fastosa cerimonia di Los Angeles viene consegnato il bramato Premio alla carriera, che quest’ anno sarà attribuito a Robert Altman.

Google+
© Riproduzione Riservata