• Google+
  • Commenta
28 febbraio 2006

Pérez lascia il Real Madrid

Lunedì mattina Florentino Pérez si è dimesso dalla carica di presidente del Real Madrid , a 24 ore dalla sconfitta per 2-1 in casa del pericolante

Lunedì mattina Florentino Pérez si è dimesso dalla carica di presidente del Real Madrid , a 24 ore dalla sconfitta per 2-1 in casa del pericolante Mallorca e con il club di fronte alla prospettiva di concludere per la terza volta una stagione senza trofei all’attivo.
“Questa mattina ho deciso di convocare di urgenza una riunione del consiglio di amministrazione perché ritengo che il club abbia bisogno di un cambio di rotta e in conseguenza di questo ho rassegnato le mie dimissioni da presidente del Real Madrid”, ha dichiarato Pérez. La sconfitta del Real sul terreno del Mallorca ha fatto seguito a quella per 1-0 subita in casa contro l’Arsenal nell’andata degli ottavi di UEFA Champions League.
Il 58enne magnate dell’edilizia nel 2000 era stato eletto presidente sulla base dei voti dei soci e nel luglio 2004 gli era stato confermato l’incarico a larga maggioranza. Pérez ha avuto il merito di aver appianato i molti debiti del Real vendendo il centro sportivo del club. Sarà comunque ricordato di più per la sua politica ‘galattica’ che ha portato nelle file del club una serie di campioni di prima grandezza come Luís Figo, Zinédine Zidane, Ronaldo e David Beckha.
Nel 2002 il Real Madrid ha vinto la UEFA Champions League, mentre nel 2001 e nel 2003 ha conquistato il titolo nazionale, ma da allora non si è più imposto in alcun trofeo importante. Pérez ha detto che il consiglio di amministrazione ha deciso all’unanimità di designare Fernando Martín come suo successore.

Google+
© Riproduzione Riservata