• Google+
  • Commenta
2 febbraio 2006

Un abito per ogni occasione

Gli uomini occidentali sono così: non hanno mai tempo per scegliere un vestito eppure sono ossessionati dagli abbinamenti dei colori, degli accessori.Gli uomini occidentali sono così: non hanno mai tempo per scegliere un vestito eppure sono ossessionati dagli abbinamenti dei colori, degli accessori. Amano la vita facile, la soluzione immediata, lo stile rassicurante. Si contraddicono con un’indole pigra e una personalità nevrotica.
Immagino in futuro un abito mobile, un involucro imprevedibile e mutevole a seconda dell’individuo, del momento, dell’ora. Immagino persone meno intrappolate nel sistema, meno anonime ed impersonali, nella vita pubblica e in quella privata. Forse basterebbe indossare una giacca con dozzine di tasche all’interno, in cui collezionare ricordi, scontrini, biglietti, tracce della quotidianità. Perché la memoria personale aiuta ad essere meno convenzionali, più vicini alla realtà. Tuttavia quando vai all’estero, magari mentre siedi nella metro di Londra o di Berlino, riconosci immediatamente l’uomo mediterraneo, l’italiano o lo spagnolo, perché non puoi fare a meno di notare il trionfo dell’esibito. Cioè, nessuno sembra povero, o meglio, nessuno appare povero. Tutto è estremamente studiato, artificioso, dunque banale. Sembra di essere finiti nel teatro dell’omologazione. Dietro il quale regna un’enorme insicurezza, una paura di esistere. E’ una cultura priva di gusto, spesso legata all’ostentazione. Il mondo anglosassone è più riservato. A suo modo anche provocatorio. Non penso che l’uomo sia in crisi di identità: è solo una questione di mancanza di tempo. Certo, il modo di vestire dipende dal lavoro. E’ uno statement: tutto si relaziona all’ambiente. L’individuo resta sempre a guardare. Nel frattempo i media continuano a tirare fuori nuove etichette. Prima l’ambiguità metrosexual, poi il machismo ubersexual e domani chissà cos’altro. C’è una ricerca continua di nuovi movimenti, un’eco di vita urbana che nasce dalla domanda, qualcosa che dura un istante. Quando viene captata nell’aria una tendenza viene subito confezionata come una moda. Qualcuno ci si identifica? Non credo. Ma un ruolo nella vita dà colore, racconta una storia. Forse è questo di cui ha bisogno l’uomo occidentale?

Google+
© Riproduzione Riservata