• Google+
  • Commenta
30 marzo 2006

Ferrara: cibo e cuore, un incontro per parlarne

Come sempre, anche quest’anno in occasione del concerto della Mahler Orchestra diretta dal Maestro Claudio Abbado, la Cattedra di Cardiologia dell’UniCome sempre, anche quest’anno in occasione del concerto della Mahler Orchestra diretta dal Maestro Claudio Abbado, la Cattedra di Cardiologia dell’Università degli Studi di Ferrara organizza lunedì 3 aprile, dalle 17 alle 18.30, nella Sala Arengo del palazzo comunale, un evento culturale dedicato ai direttori di cattedra di Cardiologia del territorio nazionale.
Il tema di quest’anno riguarda il “cibo” in senso lato e i suoi effetti sul cuore.
L’incontro, presieduto dal Professor Ferrari, vedrà gli interventi di diversi esperti di ricerca cardiovascolare.
Giulio Marchesini, docente dell’Università di Bologna, con la relazione “La Sindrome Metabolica” farà il punto delle conoscenze su questo disturbo, che consiste in un cocktail pericoloso per il cuore caratterizzato da uno stato prediabetico, trigliceridi elevati, HDL basse e pressione arteriosa elevata. Ingredienti che possono danneggiare il cuore e predisporlo all’infarto.
Farà invece un “excursus” su ciò che si introduce con il cibo Paul Hugenholtz dell’Università di Rotterdam con l’intervento dal titolo “Micronutrients in Cardiovascular Disorders”, incentrato quindi sulla qualità del cibo e delle molecole che con esso vengono introdotte nell’organismo.
Concluderà l’incontro la relazione di Claudio Rappezzi, docente dell’Università di Bologna, intitolata “Cibo e Comunicazione”, sul valore comunicazionale del cibo
Il rapporto tra comportamento alimentare e le malattie cardiovascolari è uno dei temi a cui la Cattedra di Cardiologia dell’Università di Ferrara ha sempre dedicato molta attenzione, e che ha portato alla pubblicazione a firma di Roberto Ferrari e Claudia Florio del volume “La cucina salva cuore”, edito dall’Ansa.

Google+
© Riproduzione Riservata