• Google+
  • Commenta
15 marzo 2006

LIUC: Il torneo di videogames Soccer per la prima volta in un’università

Il calcio è in assoluto lo sport più seguito e amato nel nostro Paese. Sono stimati in circa 27 milioni gli appassionati che ad ogni partita fanno il Il calcio è in assoluto lo sport più seguito e amato nel nostro Paese. Sono stimati in circa 27 milioni gli appassionati che ad ogni partita fanno il tifo per i propri campioni. Moltissimi anche i giovani che praticano il calcio sognando di raggiungere un giorno la celebrità. Ma non è certo cosa per tutti. È per questo motivo che i pochi che ce la fanno vengono emulati anche attraverso i videogames; il filone dei giochi sportivi è infatti uno dei più battuti dai publishers
di tutto il pianeta. E il calcio la fa da padrone. Fedeli riproduzioni digitali dei calciatori, delle regole di gioco e degli stadi, abbinate a intuitivi sistemi di controllo e grande giocabilità, danno a tutti la possibilità di emulare a casa propria le gesta della propria squadra o dei propri campioni preferiti.

Tra tutti i giochi dedicati al calcio, uno in particolare ha saputo distinguersi dal resto dell’offerta, diventando un vero e proprio must del genere. Si tratta di Pro Evolution Soccer, edito da Konami e distribuito in Italia da Halifax, il titolo che come nessun altro ha saputo conquistare i favori del pubblico, compiacendolo e stimolandolo al punto da favorire la diffusione del gioco in multiplayer e di competizioni agonistiche. Da quando è stato lanciato sul mercato nel 2001, Pro Evolution Soccer ha conosciuto una diffusione davvero straordinaria presso tutti gli appassionati di videogames dedicati al calcio, arrivando a essere oggi uno dei titoli più venduti al mondo.

Dalla comparsa del primo capitolo della saga di Pro Evolution Soccer gli appassionati hanno sempre sentito la necessità di mettersi alla prova confrontandosi in multiplayer con altri giocatori. Questo ha portato alcuni precursori a organizzare i primi tornei di questo gioco, che per la prima volta miravano a raccogliere un alto numero di giocatori anche al di fuori delle mura domestiche Nel corso degli ultimi 4 anni queste manifestazioni sono aumentate e cresciute esponenzialmente, arrivando a coinvolgere centinaia di appassionati a ogni incontro e migliaia all’interno di competizioni su tutto il territorio con lo scopo di eleggere il miglior giocatore in assoluto.

Pes League, organizzata da Ige, società leader nell’organizzazione di eventi nel settore videoludico, riunisce e sviluppa tutti questi eventi in un unico progetto nazionale. Si pone l’obiettivo di ripercorrere quanto già accaduto in tutti gli altri paesi europei, come la Francia, patria di questo grande progetto europeo, da cui tutto è partito nel 2002. L’obiettivo nel tempo sarà quello di creare un appuntamento ogni settimana lungo tutta la penisola, proprio come avviene con il calcio vero, in modo da decretare indiscutibilmente il campione d’Italia e chi ci dovrà rappresentare nelle competizioni internazionali.

Il Torneo farà tappa alla LIUC
Sabato 18 marzo alle ore 11.00 presso lo spazio Caffetteria.

Un centinaio di partecipanti si sfideranno all’ultimo goal per la prima volta in un’università italiana. I primi 3 vincitori del torneo (i tornei sono circa 30 a livello nazionale) potranno accedere a due finali distinte, una in giugno e l’altra a settembre, per designare i rappresentanti dell’Italia ai mondiali e agli europei, nonchè il campione nazionale.

Google+
© Riproduzione Riservata