• Google+
  • Commenta
7 aprile 2006

Capaccio: il comune chiede alle ferrovie la gestione della vecchia stazione

Il Consiglio comunale di Capaccio, all’unanimità dei presenti, venerdì scorso ha approvato la delibera che dispone di chiedere alle

Il Consiglio comunale di Capaccio, all’unanimità dei presenti, venerdì scorso ha approvato la delibera che dispone di chiedere alle Ferrovie dello Stato la gestione dell’ex stazione di Paestum, situata a poche centinaia di metri dalle mura della città antica, con tutto ciò che essa comprende: il Casello 21, la sala buffet e la sala d’attesa che conserva ancora i mobili antichi con i quali venne allestita quando nel 1936 fu costruita in occasione della visita del Re e di Mussolini.
Abbandonata a sé stessa da anni, la struttura che sorge a poca distanza dalla stazione oggi funzionante, nelle intenzioni dell’amministrazione comunale ospiterebbe un punto informazioni e una sala per l’accoglienza dei turisti che arrivano a Paestum in treno. Per la sala buffet s’intende accogliere la proposta dell’artista capaccese Sergio Vecchio di creare un centro artistico-culturale che possa raccogliere le opere che l’artista donerà al Comune e quelle degli altri artisti che chiederanno di potere esporre a Paestum.
Redazione Bussola24

Google+
© Riproduzione Riservata