• Google+
  • Commenta
5 aprile 2006

Droga per uso personale

Finalmente è stata fatta ufficialmente luce sulla legge che regolamentava l’uso di sostanze stupefacenti. La legge infatti non specificava i quFinalmente è stata fatta ufficialmente luce sulla legge che regolamentava l’uso di sostanze stupefacenti. La legge infatti non specificava i quantitativi che potevano essere consumati ad uso personale e quindi non passibile di reato di spaccio. La legge aveva scatenato forti polemiche per la sua durezza nei confronti del singolo consumatore di stupefacenti. In realtà, in base alle tabelle pubblicate, le quantità massime consentite ora sono decisamente superiori alle quantità giornaliere che erano stabilite nella precedente legge, la Iervolino-Vassallo, e anche a quanto prevedeva il ddl Fini, poi modificato dalla legge attuale. Le quantità previste sono: 750 milligrammi di cocaina, 250 milligrammi d’eroina, 500 milligrammi di principio attivo di cannabis, 500 milligrammi d’anfetamina, 150 microgrammi di Lsd. Se volessimo fare un’analisi pratica delle quantità massime, risulterebbero, per la cannabis, fino a 20 spinelli giornalieri, per la cocaina fino a cinque dosi, per l’eroina siamo a 10 dosi al giorno, 5 le pasticche d’ecstasy e altrettanto le amfetamine, e per concludere 3 i francobolli di Lsd. Ovviamente il numero di dosi si riferisce, come è stato precisato, su una quantità media di principio attivo, e facendo l’esempio della cannabis che rappresenta la droga più usata, è stato calcolato un 10% di principio attivo, per la cocaina un 45% e 15% per l’eroina. Ora siamo più tranquilli sappiamo fino quanto possiamo sballarci.

Google+
© Riproduzione Riservata