• Google+
  • Commenta
27 aprile 2006

Eboli: manifestazione canora“Festival di Sanberniero”

E’ partito il conto alla rovescia per la decima edizione del Festival di Sanberniero, parodia del più famoso Festival di Sanremo.
L’appunE’ partito il conto alla rovescia per la decima edizione del Festival di Sanberniero, parodia del più famoso Festival di Sanremo.
L’appuntamento con il divertimento, che sarà sicuramente assicurato, è fissato per le ore 19,30 di sabato 29 aprile 2006, presso l’Auditorium “Vincenzo Favale” nel Complesso parrocchiale del Sacro Cuore di Gesù e San Berniero, nel rione Pescara, ad Eboli.

Scenografie, video riprese, provini, balletti, tutto nasce con almeno tre mesi di anticipo. Nelle attività organizzative e pratiche, infatti, è coinvolta l’intera comunità parrocchiale del Sacro Cuore di Eboli.

Il successo di questa manifestazione, nata in sordina, ma che ormai ha raggiunto notorietà in tutta la città e anche fuori dai confini comunali, è dovuto certamente alla scelta felice di inscenare una parodia del più famoso Festival di Sanremo. L’organizzazione, avviene sotto l’attenta regia del parroco don Giuseppe Guariglia, il parroco “di frontiera” che dal 1987 “veste le vesti” del padre, del fratello, dell’amico, del compagno.

Per capire l’importanza dell’evento forse sono utili alcuni numeri delle passate edizioni:
hanno guardato il festival come pubblico in sala ben 7.000 persone; le pubblicità girate sono state più di 50; i watt di potenza utilizzati ben 15.000; più di 200 attori e comparse nelle pubblicità; sono stati impiegati 4.000 metri di cavi; ben 27.000.000 i fotogrammi acquisiti sui computer; sono state fatte 5.000 fotocopie e 1.500 scatti fotografici su pellicola; consumati 1.500 metri di carta scenografica, 8 quintali di compensato, 200 kg di vernice e 10 kg di trucco utilizzato dalle estetiste.

Notizie utili
Per venire incontro alle esigenze di tutti, si ricorda che la sera del 29 aprile 2006, saranno attivi:
– ascensore: per raggiungere l’Auditorium al primo piano è in funzione un moderno ascensore, affinché le persone non deambulanti e un pò avanti con l’età possano salire senza problemi;
– servizio ristoro: dove potranno essere acquistate bibite e snack per soddisfare ogni languorino;
– servizio parcheggio: nell’area interna del Complesso parrocchiale le auto potranno essere lasciate in tutta sicurezza grazie all’efficiente servizio di sorveglianza gratuito;
– maxischermo: per chi, arrivando in ritardo, non trova posto a sedere nell’Auditorium “Vincenzo Favale”, sarà posizionato un maxischermo al piano terra affinché chiunque possa godersi lo spettacolo in maniera impeccabile, grazie al lavoro del Laboratorio Immagine.
Silvana Scocozza

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy