• Google+
  • Commenta
6 aprile 2006

Trento: I risultati del Workshop scientifico del Microsoft Research

Studiosi di fama internazionale nel campo delle scienze informatiche e della biologia dei sistemi dal 3 al 5 aprile al Microsoft Research – UniversityStudiosi di fama internazionale nel campo delle scienze informatiche e della biologia dei sistemi dal 3 al 5 aprile al Microsoft Research – University of Trento Centre for Computational and Systems Biology a Povo. Obiettivo dell’incontro quello di condividere i risultati delle ricerche portate avanti nei rispettivi ambiti e istituti di ricerca e di valutare opportunità e possibilità di valide collaborazioni scientifiche. Nel corso delle tre giornate di seminari, incontri e dibattiti, che hanno rappresentato l’inaugurazione scientifica del Centro, sono state infatti impostate alcune fruttuose collaborazioni di sicuro auspicio per un promettente sviluppo dell’attività di ricerca del Centro. Lo scambio di idee e l’interazione tra esperti di discipline diverse quali le scienze informatiche, le biotecnologie e la medicina è stato efficace e ha prodotto idee interessanti per la realizzazione di progetti di ricerca interdisciplinari e per la creazione di una massa critica di ricercatori che orbiterà attorno al Centro. Con l’Università di Edinburgo esistono comuni interessi di ricerca che porteranno a collaborazioni di sicuro valore per il Centro. Per quanto riguarda l’Università di Rostock, sono stati presi accordi per una visita al Centro da parte di ricercatori dell’ateneo tedesco per definire i dettagli su tecniche di simulazione di sistemi complessi. Interessanti inoltre gli spunti emersi dall’incontro con i rappresentanti del Max-Planck Institut di Monaco, che saranno approfonditi in successivi incontri a Monaco e a Trento. Con l’IRI Villeneuve d’Ascq, visti i comuni interessi di ricerca, si è arrivati alla definizione quasi completa di un progetto. Alessandro Quattrone, il biologo recentemente assunto dalla Facoltà di Scienze, lavorerà a stretto contatto con il Centro e il suo apporto sarà fondamentale nella convergenza tra scienze informatiche e mediche. I partecipanti di Parigi, provenienti sia dal CNRS sia dall’Università Paris 6, hanno portato un prezioso contributo alla discussione scientifica, ponendo l’attenzione su problemi biologici rilevanti che necessitano di approfondimenti per definire le tecniche di modellazione informatica. Le collaborazioni attualmente in corso proseguiranno nei prossimi mesi. Le relazioni ormai consolidate con l’ateneo bolognese sono state approfondite e confermate. Con l’Università di Catanzaro, già presente al Centro con tre rappresentanti per un periodo piuttosto lungo, è stata ribadita l’intenzione di lavorare in maniera sinergica e il planning delle attività specifiche è in corso di definizione in questi giorni.
Anche l’attività didattica promossa dal Centro ha avuto di recente un notevole impulso: il master internazionale di secondo livello su Computational and Systems Biology, approvato dal Senato Accademico, sarà avviato a novembre 2006.

Da oggi, 6 aprile, è ufficialmente aperta al pubblico, nell’ambito dell’iniziativa “Arte in viaggio”, promossa dal Mart, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura della Provincia Autonoma di Trento, la mostra fotografica di Gabriele Basilico dal titolo “Trentino”: un percorso artistico di 39 scatti che si articola nelle sale meeting e lungo i corridoi dei tre piani del Centro di ricerca di Povo. La mostra ripercorre la lucida ricognizione compiuta dall’artista circa le trasformazioni del territorio provinciale, concentrando l’attenzione sui punti di contatto fra il paesaggio naturale e quello urbanizzato, nel tentativo di far emergere la complessità e anche le contraddizioni del rapporto tra le forme naturali e quelle artificiali, tra uomo e ambiente. La mostra è visitabile gratuitamente dal 6 aprile al 30 giugno dal lunedì al venerdì, esclusi i giorni festivi, con orario di apertura 8.30-13.00/14.00-18.00.

Il 14 aprile scade inoltre il termine per la presentazione delle iscrizioni al concorso “Converging Sciences and Arts” rivolto agli studenti delle scuole medie superiori per la realizzazione di opere artistiche rappresentanti i temi di ricerca affrontati presso il Centro. Gli studenti potranno presentare lavori nelle quattro categorie disegno/pittura, narrazione, e-art/video-arte e sculture/manufatti. I vincitori di ogni categoria saranno premiati con 500 euro ciascuno e le opere, che diverranno proprietà del Centro, entreranno a far parte della collezione permanente e saranno quindi esposte presso la sede di Povo. Il bando di concorso si può reperire sul sito del Centro www.msr-unitn.unitn.it oppure contattando la segreteria del Centro ai recapiti indicati sotto.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy