• Google+
  • Commenta
29 maggio 2006

Cassino: Monografia del Professor Iozzi

Da un lavoro di formazione svolto per i medici dell’Ospedale Cardarelli di Napoli, Azienda Sanitaria di rilievo nazionale, è nata un monografiaDa un lavoro di formazione svolto per i medici dell’Ospedale Cardarelli di Napoli, Azienda Sanitaria di rilievo nazionale, è nata un monografia del Prof. Maurizio Lozzi, sociologo dell’Università degli Studi di Cassino intitolata “Sociologia clinica e Mediazione pacifica dei conflitti in ambito medico-sanitario”. Edita in questi giorni dalla prestigiosa collana “Caleidoscopio Italiano” della Medical System che, dal 1983, contando sulla collaborazione delle più affermate Scuole di Medicina d’Italia e di autori come il Prof. Umberto Veronesi, il Prof. Corrado Manni, il Prof. Rizzetto, il Prof. Ettore Bartoli, il Prof. Alessandro Rappelli ed altri, la monografia del giovane sociologo ciociaro ha aperto il campo all’osservazione delle relazioni umane negli ospedali, ambienti in cui capita a volte che “l’incapacità di ascoltare, di ascoltarsi e di essere ascoltati conduce inevitabilmente ogni individuo a dinamiche di chiusura e di isolamento”. Per superare questi atteggiamenti che, in un luoghi di sofferenza come gli ospedali, possono contribuire ad acuire ancor di più le relazioni umane spingendole verso perverse dinamiche di conflitto, la pubblicazione del Prof. Lozzi va a collocarsi in un ambito che per la Sanità è interessante e decisamente innovativo promuovere. Così è stato al Cardarelli di Napoli, dove Lozzi ha curato la formazione di un nucleo di medici e primari, facendo focalizzare loro nell’ottica sociologica clinica, l’importanza della Mediazione nei rapporti medico/paziente, medico/medico, medico/infermiere, medico/parenti dei pazienti e così via. La monografia, nata dall’esperienza formativa partenopea, ha ora il pregio di rivelarsi un primo passo, non definitivo, né tanto meno risolutivo, verso il rafforzamento della consapevolezza che non necessariamente “i propri bisogni si possano soddisfare solo penalizzando quelli di qualcun altro”, ma che piuttosto con lo sviluppo di capacità di ascolto e creatività si possono invece prevenire disagi, malesseri ed ovviamente conflitti che il più delle volte contribuiscono a non migliorare affatto il clima di convivenza. “Quando nessuno vuole o può più sentire la sofferenza dell’altro – dice il Prof. Lozzi – è invece il momento di restituire spazi al valore della parola”, perché è in questi spazi che la Mediazione trova il suo terreno per poter essere praticata e considerata come una fertile risorsa di crescita e di benessere relazionale. Il lavoro del Prof. Lozzi è proposto dall’editore a fianco di prestigiose pubblicazioni internazionali come Pandora, il Journal of Clinical Ligand Assay (Ed. Italiana), Tribuna Biologica e Medica del il Journal of Association for Laboratory Automation (Ed. Italiana).

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy