• Google+
  • Commenta
15 maggio 2006

Conclusione l’esperienza 2005/6 del progetto una scuola per amare

Stanno per terminare i lavori del progetto psicopedagogico una scuola per amare, ideato dallo psicologo della strada, ed in pieno svolgimento in molteStanno per terminare i lavori del progetto psicopedagogico una scuola per amare, ideato dallo psicologo della strada, ed in pieno svolgimento in molte scuole di diversi Comuni dell’Umbria. Il dott. Pieri sta portando da anni in giro per l’Italia questo progetto, che è stato creato per intervenire in modo preventivo sui disagi che possono nascere all’interno della sfera emotivo – affettiva di bambini ed adolescenti, lavorando sulle dinamiche di gruppo per valorizzare la motivazione all’apprendimento dell’individuo, motivazione che troppo frequentemente è inquinata da carenze emotive che si vengono a creare durante il processo di crescita. Stefano Pieri si fa chiamare “Psicologo della strada” perché anni fa decise che era venuto il momento di uscire dal suo studio di psicoterapia (anche se continua ad esercitare, essendo il lavoro in studio la vera anima profonda di tutta la sua attività) per accostarsi alla gente comune nei luoghi dove questa si incontra e trascorre gran parte della propria vita, come appunto una scuola: la strada diventa quindi metaforicamente un mezzo per uscire fuori dalla dimensione esclusivamente clinica dello studio e dare così un’immagine diversa della figura dello psicologo, un’immagine che non spaventi, cosa che invece oggi purtroppo ancora accade.
Dallo scorso mese di ottobre lo Psicologo della strada sta lavorando su circa 1.000 studenti delle scuole dei paesi umbri coinvolti (Todi, Marsciano, Deruta, Massa Martana, San Venanzo, Collazzone) e sui loro genitori ed insegnanti; il progetto si concluderà con una serie di spettacoli che serviranno a rinforzare e sottolineare l’aspetto ludico e creativo de Una scuola per amare. Visto il grande numero di bambini, fanciulli ed adolescenti interessati dall’iniziativa, sono stati organizzati 4 spettacoli mattutini che si svolgeranno a Todi, Massa Martana e Marsciano e che vedranno la partecipazione degli alunni con i loro insegnanti. Al Teatro Comunale di Todi è previsto inoltre per il giorno 16 p.v. alle 21 uno spettacolo di gala cui parteciperanno anche i genitori, che sarà presentato dal noto giornalista ed autore televisivo CESARE LANZA. La parte principale degli spettacoli sarà costituita dal concerto dello Psicologo della strada che, insieme alla band degli PSYCHO (Edoardo Lombardozzi alle chitarre e voce, Lamberto Bizzarri al basso, Alessandro Graziani alla batteria e percussioni, Vieri Venturi alle tastiere e voce, seri e preparati professionisti che lo accompagnano dall’inizio della sua avventura) canterà le sue canzoni, che trattano lo scottante problema della dipendenza affettiva (che secondo Stefano Pieri è la causa della maggior parte delle difficoltà psicologiche cui si va incontro) provando a dare dei suggerimenti per combatterla. Alcune di queste canzoni sono state raccolte in un cd intitolato GUSTA GUSTA, presentato in anteprima nazionale lo scorso anno, in occasione del concerto conclusivo della prima esperienza di Una scuola per amare in alcune scuole di Todi. Durante la sua esibizione lo Psicologo della strada si farà accompagnare con una chitarra che gli è stata regalata da ALEX BRITTI, suo grande amico da molti anni. Il programma degli spettacoli prevede inoltre la proiezione del cortometraggio che racconta la storia dell’incontro fra lo Psicologo della strada e gli Psycho e l’inizio del loro cammino insieme, oltre ad altri momenti di musica, cinema e teatro.
I buoni risultati che il progetto ha ottenuto l’anno passato a Todi hanno spinto gli amministratori dell’Ambito Territoriale n. 4 (che raggruppa i sei paesi interessati) a voler ripetere su una scala più vasta quest’esperienza, che proprio grazie alla continuità nel tempo può portare i suoi frutti migliori: la continuità è fondamentale per un progetto di questo tipo, perché permette nel corso del primo anno un’assimilazione sistematica dei contenuti dell’iniziativa da parte degli studenti coinvolti, grazie alla quale negli anni successivi bambini e ragazzi possono riconoscere fino in fondo il significato della figura dello psicologo e del suo lavoro al fine di aprirsi e confidare le loro difficoltà, anche quelle più nascoste, com’è accaduto molte volte quest’anno.
Il lavoro dello Psicologo della strada è finalizzato ad intervenire sulle dinamiche comunicative interne al gruppo – classe per migliorarle e renderle fluide e cariche di veri significati, e questo potrebbe permettere un giorno agli alunni di stabilire rapporti di comunicazione veri ed importanti all’interno dei gruppi di cui faranno parte nel mondo del lavoro e in quello degli affetti personali, grazie allo sviluppo di una plasticità psichica capace di produrre creatività e quindi di dare vita ad un processo di adattamento continuo alla realtà. Ma il lavoro sul gruppo fatto dal dott. Pieri serve anche ad arrivare in modo indiretto e quindi meno invasivo al singolo, per poter così individuare eventuali difficoltà di tipo personale ed agire su di esse. A partire da quest’anno anche gli Psycho partecipano al lavoro nelle classi, tenendo degli incontri incentrati soprattutto sul rapporto con la musica e su come farne uno strumento per esprimere la propria creatività e le proprie potenzialità. Gli Psycho non sono un semplice insieme di musicisti ma una cosa più complessa e strutturata, un insieme dinamico in cui ciascuno dei componenti ha, oltre al suo ruolo musicale, una propria formazione culturale e professionale (il chitarrista è laureato in Scienze della Formazione, il batterista si è diplomato presso un’accademia jazz ed è titolare della cattedra di batteria in una scuola di musica, il tastierista è un prossimo avvocato proveniente da una famiglia di importanti giuristi): il confronto con questa formazione può essere un ulteriore, importante stimolo per la creatività degli studenti coinvolti.

www.psicologodellastrada.it
psicologodellastrada@libero.it

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy