• Google+
  • Commenta
3 maggio 2006

Nuovo libretto digitale all’Università degli Studi di Verona

Gli studenti dell’Università degli Studi di Verona possono dire addio al vecchio libretto universitario. A partire dal prossimo anno accademicoGli studenti dell’Università degli Studi di Verona possono dire addio al vecchio libretto universitario. A partire dal prossimo anno accademico sarà introdotto il nuovo libretto digitale che semplificherà le procedure di registrazione e verbalizzazione degli esami.
Il progetto è stato presentato questa mattina nell’aula T2 del Polo didattico “Giorgio Zanotto” dal Rettore dell’Università degli Studi di Verona, professor Alessandro Mazzucco, dal delegato del Rettore per i progetti informatici, professor Franco Fummi e dal responsabile dell’area servizi agli Studenti, dottor Giovanni Fiorini.
“Questo progetto innovativo rappresenta un punto di svolta importante per la nostra università portando un miglioramento della qualità della formazione erogata – ha spiegato il Rettore Alessandro Mazzucco – . Il nuovo libretto digitale fa parte di un piano più sistematico di sostegno ai servizi agli studenti diventato necessario in seguito alla crescita esponenziale del numero di iscritti che si è verificata negli ultimi anni all’Università di Verona”.
A partire dal prossimo anno accademico per le matricole della facoltà di Scienze matematiche, fisiche naturali e dall’anno accademico 2007/2008 per tutte le altre facoltà, gli studenti riceveranno una tessera di riconoscimento digitale. Il libretto di iscrizione sarà invece destinato a scomparire, sostituito da una versione on line che gli studenti potranno consultare dalla pagina web personale. L’evoluzione delle procedure di verbalizzazione degli esami prevede inoltre l’invio agli studenti di email di notifica della registrazione, di chiusura dell’appello e di eventuali avvisi in caso di spostamento e di annullamento dell’esame.
Per quanto riguarda gli sviluppi futuri, l’Università di Verona punta alla digitalizzazione del piano di studi e alla possibilità di pagare on line le tasse universitarie con la carta di credito.

Google+
© Riproduzione Riservata