• Google+
  • Commenta
17 maggio 2006

Valore della laurea

Recentemente in Italia si è aperto un dibattito intorno alla possibilità di abolire il valore legale della laurea, innescato da una piatRecentemente in Italia si è aperto un dibattito intorno alla possibilità di abolire il valore legale della laurea, innescato da una piattaforma programmatica promossa da Confindustria. .Lo Stato deve pur sempre garantire uno standard minimo di qualità. L’esperienza accumulata da altri può certamente servire, se adattata correttamente, a migliorare il sistema, ma non dimentichiamo che l’Italia e l’Europa hanno avuto un modello di sviluppo economico, scientifico e sociale diverso dall’America. La verità è che se una certa cultura/mentalità di clan nelle università e nei centri di ricerca italiana non cambiano non si andrà certamente molto avanti. Purtroppo altri paesi all’interno dell’Europa avanzeranno, e tristemente il bel paese continuerà inesorabilmente il suo decadere. Recentemente, a causa degli ultimi scandali sui concorsi manipolati, la situazione italiana nell’Università è aggravata dalla completa assenza di controlli. Nell’ombra molte persone per bene lavorano ad altissimo livello ed è orribile che pure su di essi cada il discredito dovuto ai malviventi. Secondo alcune personalità del mondo accademico l’abolizione del valore legale della laurea è un passaggio strumentale verso il vero obiettivo: l’abolizione del Ministero dell’Università e della Ricerca. In alcuni paesi come il Canada, non esiste un Ministero dell’Università. In Italia ci sono state da poco le elezioni politiche che hanno determinato una nuova maggioranza. La piattaforma programmatica sull’università e sulla ricerca della coalizione vincente determina e determinerà il futuro economico, sociale e politico del bel paese, gli investimenti nella ricerca e nei giovani ricercatori che oggi lasciano l’Italia ogni giorno per mancanza di futuro che possa frenare il declino dell’Italia. Se esistesse veramente una lobby baronale trasversale che volesse continuare con le vecchie politiche, allora il declino dell’Italia sarebbe assicurato dai loro meschini interesse, spero vivamente che cosi non sia.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy