• Google+
  • Commenta
12 giugno 2006

Ferrara: convenzione con il CERN

E’ la prima convenzione firmata tra un Organismo europeo, il CERN (organizzazione europea per la ricerca nucleare) ed una università, quella diE’ la prima convenzione firmata tra un Organismo europeo, il CERN (organizzazione europea per la ricerca nucleare) ed una università, quella di Ferrara. Si tratta di un accordo attraverso il quale i migliori studenti delle facoltà di Ingegneria, Informatica, Fisica applicata e Matematica dell’Ateneo estense, selezionati dal CERN e dall’Università, potranno trascorrere due anni nel laboratorio di Ginevra, uno dei più avanzati centri di ricerca al mondo nel campo della ricerca in fisica e ingegneria delle alte energie, per lo svolgimento delle proprie ricerche, usufruendo di speciali borse di studio finanziate congiuntamente dal CERN e dall’Ateneo.
“Ancora una volta l’Università di Ferrara è protagonista di un progetto pilota – ha dichiarato il Rettore Patrizio Bianchi –. Ora le intelligenze ed eccellenze del nostro Ateneo potranno lavorare in un contesto internazionale, e in particolare in un centro come il CERN che rappresenta il top della ricerca. Questo accordo non riguarda soltanto gli studiosi delle materie tecnologiche: l’esperienza del CERN, soltanto per fare alcuni esempi, può essere estesa ai giuristi, nel campo del diritto internazionale e dei diritti di proprietà, e agli economisti, perché si tratta di una grande impresa che funziona come un orologio”. “L’Università di Ferrara è un ateneo di dimensione medio-piccole – ha concluso il Rettore – che sempre più si va specializzando in settori e ambiti di interesse specifici e determinanti, in un contesto internazionale”.

Google+
© Riproduzione Riservata