• Google+
  • Commenta
13 giugno 2006

Il Prof. Ernest Beutler all´Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”

Martedì 13 giugno, alle ore 11:00, nell´Aula Magna del Rettorato (Via Saffi, 2), il Prof. Ernest Beutler, Direttore del Dipartimento di MedicinMartedì 13 giugno, alle ore 11:00, nell´Aula Magna del Rettorato (Via Saffi, 2), il Prof. Ernest Beutler, Direttore del Dipartimento di Medicina molecolare e sperimentale dello Scripps Research Institute di La Jolla, California, terrà una conferenza dal titolo “Gaucher disease: Clinical manifestations, biochemistry, and molecular biology. A paradigm of single gene disease”.

Nato a Berlino, il Prof. Beutler vive negli Stati Uniti dal 1935, dove ha effettuato i propri studi e dove è in seguito diventato professore associato nel Dipartimento di Medicina dell´Università di Chicago.

Nel corso di alcune ricerche scientifiche, effettuate durante il servizio militare, sull´anemia provocata dall´uso di medicinali contro la malaria, nel 1950 il Prof. Beutler identifica un difetto genetico, la mancanza di deidrogenasi glucosio-6-fosfato. Da questi studi si sviluppò il suo interesse per la genetica e per l´anemia.

Al ritorno dal servizio militare il Prof. Beutler effettuò i suoi studi sul metabolismo del ferro e dei globuli rossi presso il Dipartimento di Medicina dell´Università di Chicago.

Nel 1959 diventa Direttore del Dipartimento di Medicina del City of Hope Medical Center e membro della Facoltà della University of Southern California, e nel 1979 si trasferisce alla Scripps Clinic and Research Foundation per assumere la sua carica attuale. Attualmente è anche “Clinical Professor” nel Dipartimento di Medicina della University of California di San Diego.

Nel 1960 scopre che solo uno dei due cromosomi X è attivo nelle femmine dei mammiferi. Ha inoltre fornito contributi fondamentali per la comprensione della malattia Tay-Sachs, della galactosemia ed altre anemie emolitiche.

Il suo gruppo di ricerca ha clonato il gene responsabile della malattia di Gaucher ed ha sviluppato le cure per questa malattia.

Il Prof. Beutler ha inoltre svolto un ruolo fondamentale e pionieristico nella scoperta nuove terapie per la leucemia, il trapianto del midollo nella leucemia acuta e per la cura dei tumori maligni dell´apparato linfatico.

Negli ultimi anni è stato impegnato a scoprire i meccanismi della emocromatosi ereditaria.

La programmazione di computer è diventata una delle sue occupazioni secondarie, ed il Prof. Beutler ha scritto personalmente il famoso programma Reference Manager.

Molti i riconoscimenti per i suoi traguardi scientifici: ad es. la sua elezione nella American Academy of Arts and Sciences (1975), nella National Academy of Sciences (1976), con la presidenza della American Society of Hematology (1978), la presidenza della Western Association of Physicians (1990) e dell´Institute of Medicine (2004). E´ membro della American Society of Clinical Investigation e della Association of American Physicians.

Tra i numerosi riconoscimenti, anche ilGairdner award (1975), il James Blundell Prize of the British Blood Transfusion Society (1985), la Spinoza Chair dell´Università di Amsterdam (1991), il Mayo Soley Award of the Western Society for Clinical Investigation (1992), un dottorato honoris causa da parte dell´Università di Tel Aviv (1993), il General Research Centers Annual Award for Excellence in Clinical Research (1993), il City of Medicine Award (1994), il Philip Levine Award (2000), ed il Professional Achievement Citation della University of Chicago (2003) e la E. Donnall Thomas Medal of the American Society of Hematology (2003).

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy