• Google+
  • Commenta
23 giugno 2006

Mezzi pubblici e parcheggi a Roma: cambiamenti in arrivo

Denso di modifiche appare il programma urbano che nella capitale si accinge ad estendere, in maniera significativa, la rete metropolitana e non so

Denso di modifiche appare il programma urbano che nella capitale si accinge ad estendere, in maniera significativa, la rete metropolitana e non solo: parcheggi e corsie protette per i mezzi pubblici sono gli altri due fondamentali attori di questo processo di ammodernamento.
Ma andiamo per ordine: iniziamo dalla metropolitana.
Il 2007 segnera’ la fine dei lavori nella linea A. Saranno cinque le nuove stazioni, quarantacinque i nuovi treni dalla capienza di milleduecento passeggeri ciascuno (quella attuale e’ di mille), tutte con aria condizionata. Anche il tempo di attesa verra’ drasticamente ridotto: si parla di un risparmio di quasi un minuto in meno di attesa tra l’arrivo di un convoglio e il successivo rispetto ai tempi attuali.
Il 2010 invece e’ l’anno entro il quale si e’ stimata la fine dei lavori nei cantieri dedicati alla linea B: sorgeranno le stazioni Annibaliano, Nomentano e Gondar mentre a via Tripoli si scavera’ un parcheggio da mille posti auto.
La linea C ha iniziato a prendere forma con i suoi primi cantieri gia’ da qualche settimana: nel 2011 saranno pronte le prime otto stazioni (da Alessandrino a San Giovanni) e nel 2013 si inaugurera’ la Piazzale Clodio – Piazza Venezia.
La linea D, infine, e’ per ora solamente un progetto su carta: un bando che aspetta l’arrivo delle prime offerte dei promoter per l’acquisizione d’appalto; il percorso andra’ da Prati Fiscali a Fermi-Marconi.
Concludiamo con i parcheggi: ben tre le strutture prospettate nel programma. Un parcheggio da 700 posti verra’ costruito sotto il Pincio, uno (grande circa la meta’ del primo) sotto lungotevere Arnaldo da Brescia e l’ultimo all’Arco di Traventino (900 posti).
Tali misure, oltre ad agevolare lo spostamento di coloro che nella capitale usano regolarmente i mezzi pubblici (secondo alcuni dati recenti raccolti da LegaAmbiente, nella capitale, in media, ogni singolo cittadino effettua almeno 467 viaggi in un anno usando i mezzi pubblici), mirano ad un ridimensionamento del traffico cittadino. A queste misure vanno aggiunti i piani strategici finalizzati alla costituzione di corsie protette riservate al transito dei bus.

Google+
© Riproduzione Riservata