• Google+
  • Commenta
12 giugno 2006

Parma: presentate le missioni in Equador

Le missioni sono state organizzate dal Centro Universitario per la
Cooperazione Internazionale nell’ambito di progetti approvati e finanziati dal
MiLe missioni sono state organizzate dal Centro Universitario per la
Cooperazione Internazionale nell’ambito di progetti approvati e finanziati dal
Ministero degli Affari Esteri, con il supporto della Fondazione Cariparma

Lunedì 12 giugno, alle ore 11.00, presso la Sala del Senato del Palazzo Centrale dell’Università, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione delle missioni di docenti dell’Università di Parma in Ecuador, organizzate dal Centro Universitario per la Cooperazione Internazionale nell’ambito di progetti approvati e finanziati dal Ministero degli Affari Esteri.

Ad illustrare l’iniziativa, possibile anche grazie al supporto della Fondazione Cariparma, sono intervenuti il Rettore dell’Università di Parma, prof. Gino Ferretti, il segretario generale della Fondazione Cariparma dott. Giorgio Delsante, il presidente e il direttore del Centro Universitario per la Cooperazione Internazionale, prof. Cesare Beghi e prof. Alessandro Arrighetti, e il prof. Enzo Molina, delegato del Rettore agli Affari Generali di Ateneo e consigliere di presidenza del medesimo Centro.

Erano inoltre presenti i docenti e i dottorandi in partenza per l’Ecuador: la prof.ssa Mara Cornia del dipartimento di chimica organica e industriale, il prof. Andrea Summer del dipartimento di produzioni animali, biotecnologie veterinarie, qualità e sicurezza degli alimenti, il prof. Sandro Contini del dipartimento di scienze chirurgiche, il prof. Enrico Volante del dipartimento di scienze ginecologiche – ostetriche e di neonatologia, la dott.ssa Stefania Fieni e il dott. Marcello Cospite.

Gli interventi dei docenti dell’Università di Parma in Ecuador si articoleranno su diversi progetti, volti a migliorare la qualità della vita e la tutela della salute nel paese sudamericano.

Un primo ambito di intervento sarà quello della formazione medico-sanitaria. I dati allarmanti relativi all’elevata mortalità materno-infantile nella provincia di Loja, raccolti dal prof. Beghi in occasione della visita nella città ecuadoriana, hanno indotto il Centro Universitario per la Cooperazione Internazionale a progettare un modello caratterizzato da un perfezionamento teorico – pratico da parte dei nostri docenti delle tecniche ostetrico-ginecologiche (diagnostiche e chirurgiche) e di quelle sia rianimatorie che di gestione perinatale. Perfezionamento rivolto non solo al personale sanitario ma anche alle “comadronas” tradizionali affinché siano riconosciute a pieno titolo ed integrate nel sistema sanitario. Le attività programmate prevedono specifici corsi di formazione oltre alla possibilità per studenti e specializzandi ecuadoriani di effettuare tirocini formativi presso la nostra Università.

Sulla stessa linea d’intervento si inserisce il progetto di miglioramento della qualità dei servizi di salute nella zona di frontiera della provincia di Loja. L’intenzione é quella di intervenire nella stessa area d’azione della Cooperazione Italiana in Ecuador e sostenere con le competenze specifiche presenti nella nostra Università ed in quella di Loja, il progetto socio-sanitario binazionale.

I docenti in partenza per l’Ecuador saranno chiamati inoltre a dare attuazione ai due progetti presentati dal Centro Universitario per la Cooperazione Internazionale, in collaborazione con l’Università di Loja, nel quadro della riconversione del debito ecuadoriano. Uno dei due progetti prevede la riconversione dell’Ospedale Universitario di Motupe (Loja) in Centro di Prima Emergenza e la relativa formazione del personale addetto.

Il secondo tema oggetto di uno specifico intervento sarà quello della sicurezza alimentare. In quest’ambito verrà dato il via a un processo di ricerca di alternative di sviluppo nel settore agroalimentare, al fine di incrementare la produzione e la produttività mediante l’implementazione di tecnologie appropriate a partire da una specifica zona della Provincia di Loja. L’obiettivo è quello di migliorare le diete alimentari e le entrate delle famiglie contadine coinvolte attraverso un’azione integrale che permetta di incrementare ed ottimizzare la produzione e la commercializzazione dei prodotti agroanimali. In quest’ambito, oltre alla collaborazione con l’Universidad Nacional de Loja, si è giunti alla firma di un accordo di cooperazione con la più grande Ong ecuadoriana, il FEPP – Fondo Ecuadoriano Populorum Progreso, ed il Centro Andino di Tecnologie rurali. Si è quindi costituito un consorzio con grande competenza e conoscenza del territorio e delle problematiche che si vogliono affrontare.

I docenti italiani si apprestano a realizzare, infine, un ulteriore progetto di grandissima rilevanza scientifica e sociale: perfezionare l’attuale sistema d’utilizzo dei preparati fitoterapici per la prevenzione, il controllo ed il trattamento delle infermità più frequenti nella regione sud dell’Ecuador (Amazzonia) sia riferite agli uomini che agli animali e alle piante. L’assunzione di prodotti derivanti da piante, che sta aumentando in maniera esponenziale soprattutto per l’elevato costo di gran parte dei cosiddetti prodotti “da banco”, presenta infatti vari ed importanti rischi per la salute, legati ad aspetti ancora ignoti quali la complessità chimica delle varie specie di piante medicinali ed il corretto dosaggio, ma anche al fatto che nelle periferie sono spesso i “curanderos” o addirittura gli sciamani ad usare in modo del tutto empirico questi prodotti con effetti spesso devastanti. Questo progetto vede coinvolti come principali attori docenti, ricercatori e studenti delle diverse Facoltà afferenti all’area agropecuaria e della Facoltà di Medicina dell’Università di Loja, docenti, ricercatori e studenti dell’Università di Parma e soprattutto le comunità indigene Shuares e Saraguro, veri e propri “proprietari” delle tecniche ancestrali e principali utenti della fitoterapia.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy