• Google+
  • Commenta
3 agosto 2006

“Il sogno è realtà. Germaneto: studiare e vivere il Campus” lo slogan della campagna di immatricolazioni

Tutte le novità dell’offerta formativa dell’Ateneo, il nuovo manifesto agli studi per il prossimo anno accademico, i corsi attivati ne

Tutte le novità dell’offerta formativa dell’Ateneo, il nuovo manifesto agli studi per il prossimo anno accademico, i corsi attivati nelle diverse aree disciplinari, le modalità di immatricolazione e i servizi disponibili per gli studenti sono stati illustrati questa mattina dal Rettore dell’Università Magna Græcia, il professor Salvatore Venuta, nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta presso la Sala Riunioni del Rettorato al Campus universitario di Germaneto e alla quale hanno partecipato la professoressa Patrizia Doldo, Delegato del Rettore per la Didattica, e il professor Maurizio Boldrini, Delegato del Rettore per la Comunicazione.

“Il sogno che avevamo, quando otto anni fa venne istituita l’Università Magna Graecia, – ha evidenziato il Rettore Salvatore Venuta – si è realizzato con la costruzione del Campus di Germaneto. Un Campus pensato e realizzato proprio per questa terra e per questa comunità, ma soprattutto per essere innovativo grazie ad un progetto scientifico-culturale nuovo. Questo territorio, infatti ha fortemente bisogno di innovazione. La caratteristica peculiare di questo progetto, infatti, è la capacità di mettere insieme, di integrare più aspetti della conoscenza e tutte le figure e professionalità che ne sono espressione, per guardare insieme allo sviluppo del territorio. Il campus di Germaneto è realmente un segno della vitalità di questa terra, frutto di un progetto ambizioso per aprire concretamente il futuro ai nostri giovani.

La sfida rappresentata dal Campus è in parte già vinta, grazie all’impegno e al lavoro di tutti. Ma questo – ha sottolineato il Rettore Venuta – non rappresenta per noi un punto di arrivo. Non vogliamo fermarci a quello che è stato fatto finora, ma proseguire in questo cammino per fare ancora di più. Il Campus è già un luogo privilegiato di incontro, di crescita umana e professionale, di scambio di saperi ed esperienze.

Ecco perché studiare e vivere il Campus, luogo di incontro quotidiano per migliaia di persone, se consideriamo gli studenti, il personale che qui opera, i malati e i loro accompagnatori. Tutte queste persone sono ormai il cuore pulsante, la vita, di queste strutture, ai loro bisogni e aspettative guardiamo con attenzione per dare loro tutto quello che è necessario per vivere pienamente questa realtà, in tutti gli aspetti della persona.”

“Per l’anno accademico 2006/2007 – ha proseguito il Rettore Venuta – l’offerta formativa del nostro Ateneo comprende ampie possibilità di scelta per i giovani che decidono di vivere un’esperienza formativa unica all’interna di un ambiente scientifico dinamico e vivace come quello che caratterizza il nostro Campus universitario. Il progetto formativo che l’Ateneo sta attuando, infatti, radica su chiare direttrici che premiano la multidisciplinarietà, l’integrazione dei saperi e la forte spinta all’innovazione, sia per la didattica che per la ricerca, puntando su settori scientifici di avanguardia, facilmente spendibili sul mercato del lavoro, grazie anche ai servizi di orientamento al lavoro messi a disposizione dall’Ateneo. Solo così possiamo assicurare a tutti gli studenti il massimo dell’efficienza formativa. La nostra è una continua ricerca dell’eccellenza, che realizziamo aprendoci al confronto e alla collaborazione con altre importanti realtà nazionali e internazionali.

La formazione che assicuriamo – ha concluso il Rettore Venuta – è all’avanguardia grazie anche all’eccellenza della ricerca. Non è un caso, ad esempio, se la nostra Facoltà di Medicina e Chirurgia, secondo le ultime statistiche, si è classificata al secondo posto in Italia per la qualità e la produttività della ricerca. È un dato importante, anche in relazione alla missione specifica del nostro Campus nell’ambito della salute.”

Il numero di posti disponibili per l’anno accademico 2006/07 sono pari a 3.473 unità, suddivisi tra corsi di laurea a numero programmato e corsi con numero massimo di iscrivibili. I posti con numero massimo di iscrivibili verranno assegnati in base alla ricezione, in ordine temporale, delle domande di immatricolazione, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Oltre ai 19 corsi di laurea che offrono le tre facoltà, suddivisi tra 9 corsi triennali e 10 specialistici, L’Università di Catanzaro offre altri 5 corsi di laurea triennale e 6 corsi di laurea specialistica svolti in consorzio con gli Atenei Federico II di Napoli, Trento, Bologna, UNICAL, IUSM di Roma, attraverso 5 Comitati Tecnici Interateneo.

Si tratta dei corsi di laurea triennale interateneo in Economia Aziendale, Operatore di servizio sociale, Ingegneria informatica e biomedica, Scienze Motorie, Scienze e tecnologie delle produzioni animali; e dei corsi di laurea specialistica in Medicina Veterinaria, Scienze del Servizio Sociale, Ingegneria Biomedica, Ingegneria informatica e dei sistemi sanitari, Management e consulenza aziendale, Scienze Motorie. A questi comitati presto se ne aggiungerà un altro con la Federico II di Napoli per il corso di laurea in Odontoiatria e Protesi dentaria.

La Facoltà di Medicina e Chirurgia comprende i corsi di laurea triennale nelle Professioni Sanitarie, Biotecnologie, i corsi di laurea specialistica in Medicina e Chirurgia, in Odontoiatria e Protesi dentaria, nelle Professioni Sanitarie, in Biotecnologie Mediche Veterinarie e Farmaceutiche.

I corsi di laurea attivati nelle Professioni Sanitarie per il prossimo anno accademico sono: Infermieristica, Dietista, Fisioterapia, Logopedista, Ortottista assistente in Oftalmologia, Terapista occupazionale, Tecnico di radiologia medica. Complessivamente sono 755 i posti disponibili suddivisi tra la sede di Catanzaro ed i Poli di Cosenza, Crotone, Lamezia Terme, Montalbano Ionico, in provincia di Matera, Reggio Calabria, Vibo Valentia.

La novità per Giurisprudenza, una facoltà che a Catanzaro può contare sulla professionalità e competenza di ben 51 docenti, riguarda l’avvio del nuovo percorso formativo a ciclo unico della laurea magistrale (1+4). Per il corso di laurea magistrale a Ciclo Unico in Giurisprudenza il numero massimo di iscrivibili è pari a 600 unità.

Sono previsti facilitazioni con percorsi che premiano gli studenti che effettuano il passaggio dall’ordinamento triennale alla laurea magistrale attraverso il riconoscimento dei crediti acquisite e delle materie sostenute. Inoltre è stata prevista la possibilità di intraprendere, attraverso le attività a libera scelta per gli studenti, oltre agli indirizzi tradizionali (area pubblicistica, privatistica, storica, giuslavoristica), nell’ottica di una sempre maggiore integrazione delle discipline e delle competenze, percorsi formativi trainanti. La logica di fondo è quella di far coesistere all’interno di ciascun percorso più insegnamenti afferenti a settori scientifico disciplinari diversi. I percorsi individuati sono due: Organizzazione e lavoro nei servizi sanitari e Salute e Bioetica.

Le altre possibilità formative per la facoltà di Giurisprudenza riguardano la laurea triennale in organizzazione delle Amministrazioni Pubbliche e Private e quella specialistica in organizzazione dei servizi nella Pubblica Amministrazione.

Per la Facoltà di Farmacia invece è sempre possibile iscriversi, superando la prova di ammissione, al corso di laurea specialistica quinquennale in Farmacia.

Un’altra novità per il prossimo anno accademico riguarda la possibilità di iscriversi a corsi singoli per colmare eventuali lacune di lauree conseguite su ordinamenti precedenti che siano ostative per l’ingresso nel mondo del lavoro o per la partecipazione a specifici concorsi. La partecipazione e il superamento di tali corsi permetterà di arricchire e integrare il curriculum, attraverso l’attestazione dei crediti conseguiti.

Rispetto allo scorso anno accademico è stata potenziata anche l’offerta di master dell’Ateneo, per un costante aggiornamento nell’ambito delle professioni mediche, giuridiche, economiche e umanistiche. Le novità più rilevanti riguardano i master in Informazione e Comunicazione Pubblica e in Giornalismo sportivo.

Un aspetto evidenziato durante la conferenza stampa riguardano anche le facilitazioni economiche per gli studenti: le tasse universitarie sono rimaste invariate rispetto al 2005/2006; in più è prevista, per gli studenti che si immatricolano, una riduzione dell’importo delle tasse, da determinare in base al voto di diploma conseguito. Di agevolazioni economiche per il pagamento delle tasse universitarie potranno beneficiare anche gli studenti che si iscrivono ad anni successivi al primo. Si terrà conto, per la riduzione dell’importo da pagare, del numero di crediti conseguiti rispetto al numero di annualità previste dal piano di studi e della media degli esami sostenuti. Al momento dell’immatricolazione inoltre verrà rilasciato anche il modulo per richiedere gratuitamente l’attivazione di un account personale di posta elettronica. Un servizio utile per comunicare direttamente con l’Ateneo e ricevere così tempestivamente nella propria casella e-mail tutte le informazioni riguardanti il percorso formativo seguito, la vita accademica, le iniziative in programma ed i servizi disponibili nelle strutture del Campus. Gli indirizzi e-mail degli studenti avranno il formato nome.cognome@studenti.unicz.it.

La Professoressa Doldo, durante la conferenza stampa, ha sottolineato un aspetto importante della formazione dell’Ateneo, riferendosi ad un settore molto richiesto dal mercato del lavoro, quello afferente al settore delle Professioni Sanitarie: l’elevata capacità attrattiva dell’Università Magna Græcia che ha visto iscritti a tali corsi studenti provenienti dalla maggior parte delle regioni italiane. “Le domande per iscriversi ai corsi delle Professioni Sanitarie – ha detto la Professoressa Doldo- provengono da tutta Italia, e numerosi sono i riscontri positivi ed entusiastici che abbiamo, a dimostrazione della qualità dell’ambiente complessivo che gli studenti trovano nel nostro Ateneo”

“Per quanto riguarda la formazione- ha sottolineato la Professoressa Doldo- l’Università Magna Græcia, infatti, ha dimostrato con i fatti di poter garantire un percorso di qualità sia per le lauree di base che per quelle specialistiche, ma anche con i master. Proprio per la ricca offerta che riesce a mettere a disposizione degli studenti, è considerata, già da tempo, un modello per la qualità del percorso formativo che garantisce.È sotto gli occhi di tutti l’intenso lavoro svolto in questi anni dal nostro Ateneo per assicurare a tanti giovani calabresi una formazione all’avanguardia nel campo delle professioni sanitarie. La nostra Università si è fatta carico, infatti, dei corsi di laurea di 22 professioni per fare acquisire a tanti giovani le competenze necessarie ad operare efficacemente nella sanità calabrese che ha un forte bisogno di qualità. Il percorso che ha portato all’attivazione, tra i primi, di tutte le classi delle lauree specialistiche nelle professioni sanitarie rappresenta un motivo di ulteriore soddisfazione. Noi vogliamo proseguire su questa strada per assicurare a tutto il sistema sanitario professionisti qualificati e competenti.”

“L’Università Magna Græcia – ha evidenziato il Professor Boldrini – è cresciuta considerevolmente negli ultimi anni sia qualitativamente che quantitativamente. Le iscrizioni nel giro di cinque anni si sono raddoppiate raggiungendo quattordicimila iscritti. Le immatricolazioni ai corsi di laurea interateneo sono incrementate notevolmente, dimostrando la qualità dei corsi innovativi svolti nella forma della collaborazione tra atenei. Poi sullo slogan della campagna di immatricolazioni “Il sogno è realtà. Germaneto: studiare e vivere il Campus” il professor Boldrini ha proseguito: “qui a Germaneto è già possibile studiare l’eccellenza, ora è necessario vivere il Campus nella sua pienezza, bisogna per questo renderlo vivibile. Molti per questo sono i progetti in corso: coprire l’intera rea del Campus con la tecnologia wireless, in modo tale da rendere possibile il collegamento alla rete da qualunque punto della struttura; la radio online è un altro progetto ambizioso che molto probabilmente troverà forma durante l’autunno, e che vedrà protagonisti gli studenti e i docenti; un ricco programma di attività culturali per la comunità che ora vuole vivere interamente il Campus”.

Per ulteriori informazioni sull’offerta formativa e sui servizi dell’Università Magna Græcia di Catanzaro per l’anno accademico 2006/2007 è possibile consultare il sito internet dell’Ateneo, all’indirizzo www.unicz.it, chiamare il numero verde 800453444 oppure rivolgersi al Centro orientamento dell’Ateneo, con sede in Via San Brunone di Colonia a Catanzaro, aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.30 e il martedì e il giovedì dalle ore 14 alle ore 16.30, scrivendo all’indirizzo e-mail orientamento@unicz.it, o chiamando il numero 0961/3694993. Sul territorio calabrese operano anche diverse segreterie decentrate: è possibile trovarle Lamezia Terme, Cosenza, Crotone, Roccella Jonica, Soverato, Vibo Valentia.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy