• Google+
  • Commenta
23 agosto 2006

Ricerca e università: diagnosi e cure

L’unica cosa che potrà salvare l’umanità da se stessa è la Ricerca. Uso il maiuscolo per sottolinearne, se le mie parole no

L’unica cosa che potrà salvare l’umanità da se stessa è la Ricerca. Uso il maiuscolo per sottolinearne, se le mie parole non bastassero, l’importanza fondamentale per ogni essere vivente che popola questo pianeta.
Una Ricerca finalizzata al miglioramento delle condizioni dell’umanità e del luogo in cui essa vive è la condizione necessaria alla sua stessa sopravvivenza.
La Ricerca ci consente di studiare e scoprire il modo migliore, attraverso un’infinità di sperimentazioni possibili, per far ripartire il “Sistema Terra” nei prossimi decenni.
Chi meglio dell’università dovrebbe assolvere a questo oneroso ma grande compito?
In Italia, allo stato attuale, la maggior parte delle università pubbliche si occupano a stento di Ricerca e la relegano nei cosìdetti “sottoscala”: è infatti normale vedere gli studenti che si occupano di ricerca lavorare in questi angusti sottoscala degli edifici universitari, come dei lavoratori cinesi clandestini, con attrezzature scarse e antidiluviane.
Quello che lo stato spende per la ricerca è irrisorio e spesso non fa altro che tagliare fondi alle università, e indovinate un po’, la prima cosa che gli atenei “ridimensionano” è proprio la ricerca, oltre a chiudere spesso interi dipartimenti.
Insomma, così non si può andare avanti, a meno che non si scelga un’università privata ma anche lì non è facile entrarvi. Quello che il governo, sia esso di destra o di sinistra, non comprende abbastanza è che senza la Ricerca siamo destinati ad un declino piuttosto veloce, visto lo stato in cui versano le riserve energetiche, l’acqua, la flora e la fauna, tutti elementi che contribuiscono a mantenere un ecosistema equilibrato e che ci permettono di vivere comodamente.
La Ricerca, figlia della Scienza, è quindi in primis scoperta; scoperta di nuovi modi per affrontare e risolvere i problemi principali legati alla scarsità delle risorse e allo sviluppo legato alle nuove tecnologie.
Tutti i rami della conoscenza umana, dalla scienza medica alla fisica, la chimica, la matematica, allo studio del miglioramento e dell’ottimizzazione delle modalità di comunicazione di massa, all’affermazione di uno stato sociale universale che tuteli l’esistenza, i diritti e i doveri di ogni cittadino del mondo, fino alla possibilità che nessuno muoia più di fame e che non debba esserci più una così netta disuguaglianza tra una parte del mondo e un’altra, sono tutte questioni che appartengono alla Ricerca per due motivi principali: per una questione etica e per una problematica morale.
Un caso emblematico di come tutto questo sarà difficile se non impossibile allo stato attuale è il paradosso della ricerca e del progresso tecnologico applicato all’industria delle armi.
Durante le due guerre mondiali e soprattutto durante la seconda guerra mondiale c’è stata un’impennata della produzioni di armi sempre più sofisticate ( che in meno tempo e con più facilità potevano uccidere un gran numero di persone e creare una quantità di danni incredibile ) che paradossalmente ha portato l’umanità a trovarsi di fronte ad un vero e proprio boom tecnologico. Tutti i cervelli usati per il miglioramento del settore bellico hanno prodotto un “salto” in avanti notevole e dal dopoguerra ad oggi la tecnologia è stata la vera protagonista delle nostre vite.
La Ricerca, deve e dovrà avere i mezzi per potersi affrancare dalle logiche strumentali, come avviene nel mondo della politica mondiale. L’unico scopo della Ricerca, a cui, ribadisco, vanno dati i mezzi e gli strumenti adatti, sarà quella di mettersi al servizio di ogni cittadino e dell’intero eco sistema terrestre, al fine di migliorarne la qualità della vita grazie a nuove scoperte immediatamente adoperabili, senza scendere a compromessi con apparati che non hanno nulla a che vedere con essa.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy