• Google+
  • Commenta
26 settembre 2006

Catania: fumata nera per l’elezione del rettore

Si tornerà a votare il 2 Ottobre per l’elezione del nuovo Rettore dell’Università di Catania. Dei tre candidati che concorrono per l

Si tornerà a votare il 2 Ottobre per l’elezione del nuovo Rettore dell’Università di Catania. Dei tre candidati che concorrono per la poltrona di rettore nessuno ha superato il quorum di 875 voti (la maggioranza assoluta degli aventi diritto al voto) richiesto ieri nella prima tornata elettorale.
Anche nella prossima votazione sarà richiesta la maggioranza assoluta degli aventi diritto al voto.
L’Aula Magna del Palazzo Centrale di Piazza Università era colma e la folla riempiva anche l’esterno. Mentre per i restanti curiosi è stato allestito un maxischermo nell’aula 3 dello stesso palazzo, che ha permesso di seguire in tempo reale il conteggio dei voti. Su 3086 aventi diritto, hanno votato solo 1597 persone. 31 sono state le schede bianche e 16 quelle nulle. Alla massima carica dell’Ateneo della città agatina sono candidati il prof. Antonino Recca, ordinario di Materiali macromolecolari (già preside della Facoltà di Ingegneria), che ha totalizzato il 38,11% di preferenze (732 voti); il prof. Antonio Pioletti, ordinario di Filologia romanza (già preside della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere), che ha raggiunto il 14,89% di adesioni (247 voti) e il prof. Salvatore Barbagallo, ordinario di Idraulica agraria e attuale preside della Facoltà di Agraria, che ha totalizzato il 38,11% di consensi (632 voti).

Google+
© Riproduzione Riservata