• Google+
  • Commenta
27 settembre 2006

Ferrara: nasce il S.I.C.T., Sistema Integrato di Comunicazione Territoriale

Una nuova struttura nata dalla volontà di tre enti, Università, Azienda Ospedaliero Universitaria S. Anna e Consorzio Ferrara Rice

Una nuova struttura nata dalla volontà di tre enti, Università, Azienda Ospedaliero Universitaria S. Anna e Consorzio Ferrara Ricerche (CFR), di facilitare e realizzare assieme una comunicazione di tipo integrato delle proprie attività ed eccellenze sul territorio. È il S.I.C.T., Sistema Integrato di Comunicazione Territoriale, nato da un accordo fra Università, S. Anna e CFR e presentato oggi in Rettorato da Andrea Maggi, Responsabile Ufficio Comunicazione ed Eventi Università di Ferrara e Coordinatore e responsabile del progetto S.I.C.T., Davide Fabbri, Direttore sanitario dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Arcispedale S. Anna, Stefania Corsi, Responsabile amministrativo Consorzio Ferrara Ricerche, Enrico Periti, Direttore amministrativo Università di Ferrara. “Sperimentare un sistema di comunicazione collegato per garantire al meglio l’efficacia e lo sviluppo delle attività di assistenza, ricerca e didattica e potenziare un sistema di comunicazione integrato nel territorio sono i principali obiettivi del S.I.C.T.”, ha illustrato in apertura di conferenza stampa il Dr Maggi. “Due sono i tipi di comunicazione che il S.I.C.T si propone: una interna, condivisa fra i tre enti partner, e una esterna rivolta ai cittadini – ha spiegato il Dr Fabbri -. Il S. Anna si è impegnato a rivisitare i propri strumenti di comunicazione, rinnovando ad esempio la newsletter, e ponendosi come principale obiettivo una collaborazione più stretta con l’Università sul fronte comunicativo”. “Tante sono le eccellenze in ambito medico e scientifico di rilievo – ha concluso il Dr Fabbri – che meritano una visibilità a livello non solo locale ma anche nazionale e internazionale, e che grazie al S.I.C.T. potranno essere comunicate efficacemente”. “Il Consorzio Ferrara Ricerche è un ente privato senza fini di lucro e si pone come struttura di servizio per promuovere e sviluppare specifici progetti di ricerca”, ha dichiarato Stefania Corsi. “Il S.I.C.T. sta già realizzando un’importante azione comunicativa – ha aggiunto il Dr Maggi -, in particolar modo sui media a tiratura nazionale, con l’obiettivo di rafforzare il posizionamento degli enti partecipanti e di far conoscere sempre più le attività di didattica, di ricerca e di sperimentazione, anche attraverso mezzi pubblicitari e di stampa”. Maggi ha poi mostrato come esempi concreti di attività svolte all’interno del S.I.C.T. il servizio di rassegna stampa online e la realizzazione di una serie di cartoline pubblicitarie, che ha per protagonisti alcuni studenti dell’Ateneo, che sottolineano l’impegno congiunto di Università, Arcispedale S. Anna e CFR nello sviluppo di progetti di ricerca e in tutte quelle azioni riassunte nello slogan “Crescere in una città che cresce”. “Il S.I.C.T. – ha concluso il Dr Maggi – rappresenta un tentativo reale e unico di mettere assieme risorse e competenze per comunicare con maggiore efficacia e visione strategica. Si tratta di un progetto che parte dall’Ateneo, dal S. Anna e dal Consorzio, ma aperto a tutti gli altri enti presenti sul territorio”. “Credo il S.I.C.T. sia un segno di come in quest’epoca sia importante lo sforzo condiviso di comunicazione verso gli utenti e verso l’interno – il commento del Dr Periti – per affrontare una stagione di cambiamenti” .

SICT – Sistema Integrato Di Comunicazione Territoriale

Costituito da Università di Ferrara, Azienda Ospedaliero-Universitaria S. Anna e Consorzio Ferrara Ricerche

Coordinatore e responsabile: Andrea Maggi, Università di Ferrara
Per l’ Azienda Ospedaliero-Universitaria S. Anna: Patrizia Fabbri
Per il Consorzio Ferrara Ricerche: Margherita Franzoni

Gli obiettivi:
– incrementare e potenziare un sistema di comunicazione integrato tra diversi Enti presenti nel territorio per affrontare in modo sinergico le problematiche relative alla comunicazione e alla promozione della propria immagine, il cui sviluppo assume valenza strategica per ogni organizzazione complessa;

– sperimentare un sistema di comunicazione collegato tra Università, Consorzio ed Azienda per garantire al meglio l’efficacia e lo sviluppo delle attività di assistenza, ricerca e didattica da svolgersi in forma integrata;

– realizzare azioni coordinate ed integrate in modo da perseguire l’obiettivo di un sistema integrato di comunicazione territoriale;

– attuazione di un’azione comunicativa, in particolar modo sui media a tiratura nazionale, con l’obiettivo di rafforzare il posizionamento degli Enti partecipanti al presente accordo;

– attuazione di un’ampia azione informativa sulle attività di didattica, di ricerca e di sperimentazione, anche attraverso mezzi pubblicitari e di stampa;

– adozione di un format grafico uniforme e comune alle parti in cui andranno inseriti tutti gli strumenti di comunicazione, differenziato a seconda degli oggetti;

– realizzazione di una rassegna stampa on line, con possibilità di diffusione intranet;

– realizzazione di attività di monitoring su rete e su stampa per conoscere trend comunicativi in vari settori di interesse degli enti sottoscrittori;

– realizzazione di eventi comuni e territoriali di particolare importanza, ivi comprese le attività congressuali che saranno svolte per iniziative delle parti.

– valorizzazione del territorio e del tessuto sociale, raggiungendo alcune delle finalità primarie proprie di ciascun Ente partner, quali ad esempio l’attrazione di risorse, lo sviluppo della visibilità, il miglioramento della qualità dei servizi.

– miglioramento della qualità dei servizi erogati da ciascun ente veicolando, attraverso i propri strumenti di comunicazione (sito web, mail, brochure), tutte le informazioni che ogni parte avrà necessità di rendere note.

Google+
© Riproduzione Riservata