• Google+
  • Commenta
22 settembre 2006

Lecce: Roma Tre e Benedettini insieme per “Ri-conoscer-si.”

Da Lunedì 11 a Venerdì 15 Settembre 2006 si è tenuta la quarta edizione della “Scuola Estiva della Differenza” organizzata dall’UDa Lunedì 11 a Venerdì 15 Settembre 2006 si è tenuta la quarta edizione della “Scuola Estiva della Differenza” organizzata dall’Università di Lecce e di Roma Tre in collaborazione con le Comunità delle Benedettine di Lecce. La Scuola si è posta come obiettivo quello di affrontare in gruppo argomenti d’attualità fondamentali riguardanti culture, religioni e politica, alla luce del tema comune del “Ri-conoscer-si”. Alla cerimonia di inaugurazione, che si è tenuta presso il monastero degli Olivetani a Lecce, hanno partecipato tra gli altri il rettore dell’Università di Lecce, Oronzo Limone, la consigliera di Parità della Provincia di Lecce e la presidente del Comitato Pari Opportunità dell’ateneo salentino, Donatella Grasso, con interventi numerosi tra i quali “Dov’è la scienza?” di Enrichetta Susi del CNR, “Riconoscere l’auctoritas” di Michela Pereira dell’Università di Siena, “Ri-conoscersi. Identità sociale e lavoro maldiviso” di Donatella Barazzetti dell’Università della Calabria e “Riconoscersi il proprio percorso” di Bianca Gelli dell’Università di Lecce. Le lezioni, alle quali prenderanno parte docenti provenienti da tutto il mondo, sono state accompagnate da vari laboratori di scrittura, di preghiera e pratici. L’attestato rilasciato è valido anche per ottenere screditi formativi, ma solo per gli studenti dell’Università di Lecce. Alcune delle lezioni hanno rappresentato un tentativo innovativo di affrontare temi difficili della quotidianità, il rapporto con l’ ”altro”, quello tra uomo e donna, tra occidente e oriente. Margarete Durst dell’ Università Roma Tor Vergata e Christiane Veauvy dell’ Ecole des hautes études di Parigi hanno partecipato con due lezioni dal titolo rispettivamente di “Il corpo vissuto e le dinamiche del riconoscimento” e “Conoscenza di sé ri-conoscenza dell’altro”. Sulla donna e sul femminismo sono invece gli interventi di Francesca Brezzi (Università Roma Tre), “Ripensare i saperi dopo il femminismo” e Alessandra Chiricosta (Università del Vietnam), “Dea Madre e Confucianesimo:
femminilità conflittuale in Vietnam”. La Scuola Estiva della Differenza rappresenta un’alternativa e un esempio da imitare e sostenere, nel suo tentativo di stimolare un percorso culturale e religioso internazionale e aperto alla diversità.

Google+
© Riproduzione Riservata