• Google+
  • Commenta
28 settembre 2006

L’università? E’ un bordello

Con questa espressione poco accademica, ma che ben spiega la realtà dei fatti, si è espresso il Ministro dell’Università e de

Con questa espressione poco accademica, ma che ben spiega la realtà dei fatti, si è espresso il Ministro dell’Università e della Ricerca Fabio Mussi nello spiegare la situazione che ha trovato nel mondo dell’Università italiana. Durante un convegno di Confindustria, di fronte agli industriali che lo invitavano a parlare di ricerca, ha annunciato la sua battaglia per rivoluzionare il sistema di governance, i vertici del sistema universitario. “C’è un sistema di governo degli atenei e dell’insieme del mondo universitario che va cambiato”, “ricercando il confronto e il consenso più ampio”. E si dà un anno di tempo per fare tutto questo, mentre promette di “dare il via all’agenzia della valutazione per i docenti e alla riforma del reclutamento”. Fra le novità di una certa portata c’è la proposta di contrattualizzazione del rapporto di lavoro dei docenti, visto che ora in cattedra si sta praticamente a vita. Altro capitolo spinoso è senza dubbio quello dei ricercatori e dei cervelli in fuga dal nostro Paese. Il Ministro ha ricordato come occorre investire maggiormente nella Ricerca, come si impegnerà per mettere fine “ai ricercatori da meno di mille euro al mese”, ma ricorda agli industriali “che le imprese italiane sono le ultime in Europa per investimenti in ricerca e questo non dipende solo dal ritardo dell’Università”.

Google+
© Riproduzione Riservata