• Google+
  • Commenta
12 settembre 2006

Parma: comitato di indirizzo dell’azienda ospedaliero-universitaria

Lunedì 11 settembre, presso la Sala del Senato del Palazzo Centrale dell’Università degli Studi di Parma, si è svolta la conf

Lunedì 11 settembre, presso la Sala del Senato del Palazzo Centrale dell’Università degli Studi di Parma, si è svolta la conferenza stampa di presentazione dei componenti del Comitato di indirizzo dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma.
A presentare il nuovo organo sono intervenuti il Rettore dell’Università di Parma, prof. Gino Ferretti, e il Direttore dell’Azienda Ospedaliera di Parma, dott. Sergio Venturi.
Per l’Azienda ospedaliero-universitaria di Parma il Comitato di indirizzo è composto da: prof. Carlo Coscelli, dirigente medico in quiescenza con funzioni di Presidente (designazione regionale d’intesa con il Rettore), prof. Loris Borghi, Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Parma (componente di diritto), dott. Enrico Montanari, dirigente medico dell’Azienda Usl di Parma (designazione regionale su indicazione della Conferenza territoriale sociale e sanitaria di Parma), dott. Umberto Guiducci, direttore del dipartimento Area Critica dell’Azienda Ospedaliera di Reggio Emilia (designazione regionale), prof. Filomeno Tedeschi, professore ordinario in quiescenza dell’Università di Parma (designazione del Rettore).
Le Aziende Ospedaliero-Universitarie costituiscono la sede della collaborazione istituzionale fra il Servizio Sanitario Regionale e l’Università per le attività assistenziali essenziali allo svolgimento delle funzioni di didattica e ricerca delle facoltà di Medicina.
Tali Aziende sono state disciplinate dalla giunta regionale con deliberazione n. 318/2005 che ha previsto, a fianco dei tradizionali organi delle altre aziende sanitarie quali il Direttore generale, il Collegio di direzione, il Collegio sindacale, la presenza di un Comitato di indirizzo, quale organo collegiale dell’Azienda per rafforzare un governo aziendale integrato.
In particolare spettano al Comitato di indirizzo poteri propositivi e consultivi e di verifica in ordine alla coerenza fra la programmazione aziendale, l’assistenza e le esigenze didattiche e scientifiche dell’Università.
Il Comitato di indirizzo è composto da cinque membri:
– un membro, con funzioni di Presidente, designato dalla Regione, d’intesa con il Rettore dell’Università interessata;
– il Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia interessata, che ne fa parte di diritto;
– un membro designato dal Rettore dell’Università interessata;
– due membri designati dalla Regione di cui uno su indicazione della Conferenza territoriale sociale e sanitaria.
I componenti sono scelti tra persone di notoria e riconosciuta indipendenza, esperte in materia di organizzazione e programmazione dei servizi sanitari e rimangono in carica per 4 anni.
Nel corso della conferenza stampa il prof. Borghi ha sottolineato l’importanza del ruolo dei Presidi delle Facoltà di Medicina e Chirurgia all’interno dei Comitati di indirizzo e la rilevanza di questo nuovo organo nel favorire la collaborazione e l’integrazione tra l’Università e l’Azienda Ospedaliera.
Il Comitato dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma ha già iniziato i propri lavori, predisponendo una bozza di regolamento, così come previsto dalla normativa regionale, che potrebbe successivamente essere esteso anche ai Comitati delle altre Aziende Ospedaliero-Universitarie della regione recentemente costituiti.

Google+
© Riproduzione Riservata