• Google+
  • Commenta
4 settembre 2006

Paura d’amare

“Com’è difficile crescere: più la vita mi conduce ad esplorare me stessa e gli altri che mi circondano più mi autoascolto consap“Com’è difficile crescere: più la vita mi conduce ad esplorare me stessa e gli altri che mi circondano più mi autoascolto consapevole”, eppure quale grande viaggio abbiamo intrapreso! Ebbene, gli anni
passano e mi accorgo come non mai di come lo scopo della nostra esistenza sia quello di imparare ad amare. Fin qui il concetto potrebbe apparire saturo e banale, ma quanto è difficile arrivare pienamente alla meta! Non mi riferisco soltanto ad un concetto di amore rivolto al ragazzo/a che sta percorrendo
quest’ avventura (chiamata vita) al nostro fianco, ma ad un termine molto più ampio. Includo con esso un sentire universale che fluisce nella cura con cui viviamo i rapporti con le persone nel quotidiano, l’indignazione che dovrebbe sorgere per alcuni eventi tratti dalle notizie di guerre e disinteresse sociale internazionale, nella dolcezza da investire nel rapporto con gli anziani. Sembra scontato e banale, ma siamo davvero in grado di amare? Inutile inventare storie, il vero amore è in grado di conferire il più alto e nobile senso alla vita ma presuppone sacrificio. Di solito si tende spesso a fuggire dalle proprie responsabilità pensando di risparmiare energie (non si sa per cosa).
Si tende a dare un nome al divertimento: pizza, amici, disco, palestra… ed è pienamente giusto, ma
perché le cose che realmente hanno trovato un posto nei ricordi della mia anima non sono scaturite da tutto questo? Si ha una paura folle d’amare eppure senza questa piccola parola l’anima non si alimenta più, non vive più. Forse a bloccarci è talvolta la fragilità umana, per questo per amare nel senso pieno del termine serve una “vita vissuta”, con emozioni ed amare lezioni (talvolta). Mi rendo conto che per vivere questa vita dobbiamo armarci di coraggio e di una forza interiore nata da una profonda consapevolezza. Un bel libro a questo proposito è “Il guerriero della luce” di Paulo Coelho,
autore che lungo il celebre Cammino di Santiago è giunto alle sorgenti più profonde della propria anima, ove ora (attraverso i suoi libri) molti si rispecchiano.

Google+
© Riproduzione Riservata