• Google+
  • Commenta
4 settembre 2006

Una biblioteca universale a portata di “mouse”

Tra le numerose e infinite potenzialità di Internet ne spicca una, che è stata prioritaria nella sua originaria ideazione e realizza

Tra le numerose e infinite potenzialità di Internet ne spicca una, che è stata prioritaria nella sua originaria ideazione e realizzazione. Questa basilare caratteristica della Rete è quella di poter accumulare al suo interno un numero infinito di informazioni di ogni genere, tanto da farne una vera e propria banca dati della conoscenza umana. Il sogno futuristico dei pionieri creatori di Internet, che concepivano la “Rete delle Reti” come un estensione della mente umana volta all’archiviazione di dati, sta per diventare realtà. O quasi. Tutto questo grazie all’alleanza stretta tra Google e l’Università della California (U.C.), alleanza che punta a trasformare il Web in una sorta di grande biblioteca universale, accessibile a tutti e soprattutto a portata di “mouse”. Infatti l’Università della California, a cui appartengono 100 biblioteche situate in vari campus dello Stato americano, per un totale di circa 34 milioni di titoli, ha deciso di aderire al progetto futuristico di Google Inc., il Book Search California, al quale collaborano anche altri atenei importanti come Harvard, Stanford e Oxford. Il fine comune è quello di creare una collezione digitale di libri e volumi appartenenti alle più grandi biblioteche del mondo. La scansione dei libri verrà finanziata dal gigante del settore della ricerca sul Web, che ha anche stretto accordi commerciali e pubblicitari con MySpace (www.myspace.com) e con Mtv. L’ostacolo più arduo da superare, o almeno da aggirare, rimane quello delle leggi sul copyright, a cui si appellano case editrici e autori. Il dibattito che anima l’attuazione del progetto affronta varie argomentazioni che vanno dal diritto dell’individuo alla fruizione libera dell’informazione, ai timori per un prematuro tramonto della carta stampata in favore del testo elettronico. Per il momento Google Book Search (http://books.google.com/googlebooks/library.html) assicura una consultazione delle opere protette da copyright limitata a brevi estratti, mentre garantisce una consultazione in rete per intero delle opere per le quali il “diritto d’autore” è ormai scaduto. Solo il tempo potrà dire se la digitalizzazione del libro segnerà o meno la scomparsa del caro e vecchio volume cartaceo.

Google+
© Riproduzione Riservata