• Google+
  • Commenta
19 ottobre 2006

Al via la quarta edizione di “Come alla corte di Federico II”

Si apre giovedì 19 ottobre la quarta edizione di “Come alla Corte di Federico II” ovvero parlando e riparlando di scienza. L’iniziativa di

Si apre giovedì 19 ottobre la quarta edizione di “Come alla Corte di Federico II” ovvero parlando e riparlando di scienza. L’iniziativa di divulgazione scientifica è nata quattro anni fa con l’obiettivo di avvicinare alla scienza un pubblico sempre più vasto di addetti e soprattutto di non addetti ai lavori.
Portare la scienza fuori dai laboratori è l’obiettivo principale di questa “iniziativa baciata dalla fortuna – ha commentato il rettore Guido Trombetti – vista la straordinaria cornice di pubblico presente agli interventi di personaggi tutti di grande levatura”. Sono state infatti circa 4.000 le presenze registrate durante la scorsa edizione e sono già quasi 1.000 le persone che si sono prenotate a questo primo appuntamento del nuovo ciclo che si aprirà con un ospite d’eccezione.
Sarà infatti Carlo Lucarelli, giornalista e conduttore di alcune seguitissime trasmissioni televisive (“Blu Notte”, in particolare) e tra i più famosi giallisti contemporanei, ad aprire la quarta edizione della manifestazione con la ricostruzione di uno dei grandi misteri italiani: la scomparsa di Ettore Majorana, fisico della scuola di Enrico Fermi, sparito nel nulla nel lontano 1938. Nell’anno del centenario della nascita del fisico siciliano, Carlo Lucarelli ripercorrerà il mistero che ancora avvolge la figura di questo scienziato la cui vita tormentata e la cui oscura scomparsa incuriosirono, già a metà degli anni Settanta, lo scrittore Leonardo Sciascia che al fisico dedicò il suo pamphlet dal titolo “La scomparsa di Majorana” leggendo nella figura del giovane fisico quello che definì il “mito del rifiuto della scienza”.
Oltre a Lucarelli, il calendario di Come alla Corte prevede la presenza di altri due noti nomi del mondo giornalistico: Stefano Bartezzaghi che firma su La Repubblica e su Il Venerdì rubriche come “Lessico e nuvole” e “Lapsus” e Ferruccio De Bortoli, direttore de Il Sole 24 ore, tra i massimi esperti di economia in Italia.
Altro elemento di continuità rispetto alle scorse edizioni è la conferma di un’apertura agli altri Atenei. “Elemento di novità della scorsa edizione, anche quest’anno abbiamo voluto ripetere l’esperienza di apertura all’Orientale – il commento dell’organizzatore – Mentre l’anno scorso si parlò di Estremo Oriente, quest’anno il professore Carlo Lo Jacono parlerà dell’Oriente a noi più vicino, quello dell’Islam e della sua cultura messa a confronto con l’Occidente”.
Inoltre anche quest’anno, parallelamente al ciclo di incontri, partirà la seconda edizione del concorso dal titolo “Diffusione della Cultura Scientifica – Federico II” che quest’anno sarà dedicato ai temi delle cellule staminali e dei numeri primi.

Google+
© Riproduzione Riservata